Commenta

Cavallari e il settore ambiente:
"Comune ora più green
e con tariffe meno care"

"Volevamo e vogliamo tuttora passare dal concetto di tassa a quello di tariffa - spiega Cavallari - e in questo senso l’installazione dei microchip sui bidoni del secco, rifiuto che non si può riciclare, è molto utile perché aiuta a pagare in base a quanto si consuma".

VIADANA – Sindaco facente funzioni ma prima di tutto assessore all’Ambiente. Anche Alessandro Cavallari traccia il bilancio del mandato che va a chiudersi, iniziato nel 2015 da vicesindaco. Il lavoro sulla raccolta rifiuti è stato, secondo Cavallari, il fiore all’occhiello del suo assessorato, con la riduzione della tassa per i cittadini del 12%, mediante l’affidamento del servizio a un nuovo gestore con gara pubblica. “Volevamo e vogliamo tuttora passare dal concetto di tassa a quello di tariffa – spiega Cavallari – e in questo senso l’installazione dei microchip sui bidoni del secco, rifiuto che non si può riciclare, è molto utile perché aiuta a pagare in base a quanto si consuma, ossia in base all’utilizzo effettivo del servizio”.

Tra gli altri passaggi significativi, Cavallari ricorda il nuovo mercatino del riuso, le multe più pesanti comminate a chi abbandona rifiuti e le casette dell’acqua installate a San Matteo delle Chiaviche e Viadana, con l’aggiunta di quella in arrivo a Cicognara. “Sempre in favore dell’ambiente abbiamo approvato – spiega Cavallari – il progetto di installazione degli eco-compattatori per il riciclo, abbiamo trasformato l’illuminazione con impianti a led, meno dispendiosi a livello energetico, abbiamo introdotto carta riciclata negli uffici comunali e donato le borracce in alluminio agli studenti viadanesi”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti