Commenta

Pulizia dell'Oglio a Mosio,
scoperta una discarica abusiva
e... un vibratore abbandonato

Questa mattina i due gruppi che si occupano di combattere il fenomeno dell'abbandono dei rifiuti hanno deciso di ritrovarsi a Mosio, per pulire un tratto del fiume Oglio. Una camminata che ha riservato sorprese

MOSIO – La gente abbandona proprio di tutto, e non è una frase fatta tanto per aprire un articolo di giornale. Tra i rifiuti recuperati questa mattina dal gruppo di Mirko Savi (Chiese e venne pulito) e il gruppo Foce Chiese Trash Busters di Acquanegra pure un vibratore rosa dalle grosse dimensioni, oltre ad una discarica abusiva prontamente segnalata al sindaco di Acquanegra, Monica De Pieri che richiederà l’intervento di operai specializzati.

Questa mattina i due gruppi che si occupano di combattere il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti hanno deciso di ritrovarsi a Mosio, per pulire un tratto del fiume Oglio. Una camminata che ha riservato sorprese e – come sempre – tantissima spazzatura da raccogliere. Due ore, come le definisce Mirko, produttive.

“Mattinata in compagnia passata in natura – spiega Mirko Savi – facendo un bella camminata ecologica. Abbiamo trovato molto vetro nelle zone adiacenti al centro abitato e come ben sappiamo vicino alle rive molta ma molta plastica. Abbiamo trovato anche una situazione di discarica abusiva ed è stata avvertita subito l’amministrazione comunale. La sindachessa di Acquanegra, Monica, ci ha accolto a Mosio augurandoci un buon lavoro, assicurandosi che non mancasse nulla, e ci ha ringraziato per le azioni che svolgiamo per la tutela e la vita in ambiente. E noi li ringraziamo per l’aiuto e la premura nello starci accanto”.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti