Commenta

Il Pd e Zaffanella a Fava:
"Serve un cambiamento, e lo sa
pure lui. Si confronti sui programmi"

“Il Pd ha scelto - spiega il comunicato - di appoggiare un candidato sindaco proveniente dal mondo civico proprio con il preciso intento di privilegiare un accordo programmatico, lontano il più possibile da specifiche e relative appartenenze politiche".

VIADANA – Si scalda a Viadana la campagna elettorale. Gianni Fava, che dovrebbe candidare Alessia Minotti nella lista Viadana Davvero 2020, nata proprio da un’idea dello stesso Fava e di alcuni sostenitori, aveva parlato, riferendosi alle candidature di Nicola Cavatorta per il centrodestra e di Fabrizia Zaffanella per il centrosinistra, di “candidature frettolose”. La risposta arriva per il momento dal Partito Democratico. “Riteniamo che le dichiarazioni di Fava – spiega il Pd locale – siano di affrettato respiro strategico. Non si hanno dubbi in merito al fatto che tutta l’azione politico-amministrativa dello stesso Fava sia volta a costruire un ampio fronte civico amministrativo locale, con il principale scopo di porsi quale alternativa all’attuale insipienza operativa e incapacità amministrativa dell’attuale Giunta, dalla quale lui stesso ha preso le distanze. Ma è anche vero che ad oggi non vi è mai stato un contatto o un dialogo tra Fava e la nostra candidata Zaffanella”.

“Il Pd ha scelto – spiega il comunicato – di appoggiare un candidato sindaco proveniente dal mondo civico proprio con il preciso intento di privilegiare un accordo programmatico, lontano il più possibile da specifiche e relative appartenenze storiche e politiche dei singoli partiti. L’iniziativa è appunto quella di costruire un ampio e democratico fronte civico alternativo alla attuale compagine amministrativa su un preciso programma concordato e da condividere con tutti coloro, che vogliono dare una scossa per rilanciare il comune di Viadana. Proprio per questo come Partito Democratico stiamo lavorando per presentarci alle prossime elezioni come civica di Centrosinistra con all’interno tutte le forze politiche progressiste e riformiste come Socialisti, Italia Viva ed Azione che saranno rappresentante nello stesso simbolo elettorale”.

“Il PD lascia alla Zaffanella – conclude lo scritto – tutta l’iniziativa e l’autonomia possibile per costruire questo fronte ampio che dia forza e visibilità al nostro Comune, come storicamente merita, per tutto il comprensorio OglioPo. Viadana ha bisogno di questa scelta strategica, attualmente oscurata da una Amministrazione debole e insipiente”.

Anche Zaffanella ha voluto poi offrire il proprio contributo. “Sono rimasta sorpresa dalle dichiarazioni dell’ex assessore regionale Fava, col quale non ho mai avuto l’occasione di confrontarmi in merito ai contenuti dei programmi elettorali. In realtà, il mio interlocutore preferisce un giudizio sulle alleanze politiche e, più in generale,  sulla capacità di aggregazione di cui non avrei dato prova. Mi sento di dire che siamo ancora sul terreno della vecchia politica, pronta a parlare degli altri, peggio ancora di esprimere giudizi negativi sugli stessi, piuttosto che affrontare e confrontarsi sui contenuti dei problemi e delle proposte. Ai cittadini interessa sapere cosa potrà fare il nuovo Sindaco per non ridurre il livello delle prestazioni sanitarie, per aumentare la cura dell’ambiente, per difendere e rafforzare il tessuto economico del territorio, per radicare una presenza del comune, che sia interlocutore trasparente ed amico di coloro che ad esso si rivolgono”.

“Io non assisto in queste settimane a discussioni – spiega Zaffanella – sulle alleanze di questo o quel candidato ma ascolto preoccupazioni su temi concreti delle persone, come, per esempio, la situazione dell’ospedale di Oglio Po. Ed allora, e mi rivolgo direttamente a Fava: quel che conta è aggregare persone, associazioni, gruppi su idee, progetti, iniziative necessarie per la comunità viadanese. Io sto operando in questa direzione, cercando di allargare il più possibile le alleanze sui programmi e sui contenuti, avendo in mente il bene dei cittadini del mio paese”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti