Commenta

Furti su tutto il territorio
provinciale, anche a
Casalmaggiore: 7 denunce

Le indagini hanno accertato che la donna, alle ore 16.30 dell’8 gennaio 2020, era la responsabile di un furto in via Galluzzi a Casalmaggiore, dove avrebbe rubato un borsello con vari effetti personali da un’auto in sosta.

Durante la settimana appena trascorsa i Carabinieri di Cremona hanno individuato, a seguito di indagini e accertamenti, gli autori di diversi furti commessi in tutta la Provincia. A Castelverde, al termine di una serie di accertamenti, è stata denunciata a piede libero per il furto di un portafogli una 70enne pregiudicata, K.S., identificata grazie all’acquisizione delle immagini ricavate dal sistema di videosorveglianza di un negozio del paese. Il furto si era verificato il 20 gennaio scorso, quando la malvivente aveva rubato il portafgogli di una 40enne di Spinadesco, lasciato inavvertitamente incustodito vicino alla cassa.

A Vescovato i militari hanno invece denunciato per furto due uomini di Gerre de Caprioli: L.S. di 23 anni e L.G. DI 44, disoccupati e pregiudicati. A seguito di una denuncia presentata presso il comando Stazione di Vescovato, dal sindaco del Comune di Grontardo, sono scattate le indagini su un furto di materiali ferrosi perpetrato in data 7 dicembre 2019, da un container di stoccaggio, presso la piazzola ecologica del comune di Grontardo. Sempre grazie alla visione delle immagini della videosorveglianza, i carabinieri hanno identificato i due ladri.

A Montodine, a finire nei guai è stata G.V, 30enne di origine albanese residente a Bologna, colpevole, secondo i militari, di frode informatica in concorso, accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico in concorso e detenzione e diffusione abusiva di codici di accesso a sistemi informatici o telematici in concorso. La donna avrebbe utilizzato dei codici di accesso della carta di credito intestata ad una 41enne residente a Credera Rubbiano, facendosi una ricarica telefonica di 50 euro.

A Casalmaggiore è stata denunciata, per furto aggravato su auto, D.L., 45enne italiana, residente a Milano, disoccupata, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio. Le indagini hanno accertato che la donna, alle ore 16.30 dell’8 gennaio 2020, era la responsabile di un furto in via Galluzzi a Casalmaggiore, dove avrebbe rubato un borsello con vari effetti personali da un’auto in sosta. Quanto asportato è stato rinvenuto successivamente e restituito al legittimo proprietario.

A Romanengo nei guai è finito un 23enne residente a Romano di Lombardia, disoccupato, incensurato. Il giovane, in data 7 dicembre 2019, avrebbe rubato una borsetta da un’auto parcheggiata a Crema di proprietà di una 54enne residente a Sergnano.

Infine a Bagnolo Cremasco è stato denunciato G.S., 44enne originario di Napoli nullafacente, censurato, senza fissa dimora. Il predetto già più volte segnalato quale presunto autore di furti di monete da cassette offerte di alcune chiese è stato sorpresp, nei pressi di una chiesa di Bagnolo Cremasco con un metro estensibile con all’estremità materiale biadesivo che verosimilmente sarebbe stato utilizzato per asportare monete dai contenitori delle offerte. Nei suoi confronti è scattata la denuncia per possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti