Commenta

La gestione delle classi
difficili, corso a Santa Chiara
per i docenti in quattro incontri

La responsabilità scientifica del percorso è affidata al Prof. Pierpaolo Triani, Ordinario di Pedagogia Generale e Sociale presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – sede di Piacenza.

CASALMAGGIORE – È facile constatare l’importanza che attualmente ricopre la vita della classe per la promozione del successo formativo e per la prevenzione del disagio scolastico. Sono gli stessi ragazzi a raccontare come un gruppo-classe caratterizzato da un clima positivo permetta loro di ‘sentirsi bene’ e ‘affrontare le difficoltà’. Dall’altro lato, però, è altrettanto evidente come la classe possa a volte trasformarsi in una sorta di palcoscenico dove soprattutto i soggetti con difficoltà comportamentali mettano in scena un loro ruolo di contrasto, oppure in un contesto conflittuale dove chi possiede meno competenze relazionali si sente isolato e tende a vivere ai margini.

Gli insegnanti sono parte attiva di questo ambiente e svolgono una funzione centrale: con la loro azione possono infatti concorrere alla costruzione di un clima positivo di classe, dove le relazioni tra le persone possono diventare una forte risorsa per l’apprendimento e il benessere di ciascuno. In quest’ottica la Fondazione S.Chiara ha pensato di offrire ai docenti (principalmente dell’istituto, ma l’incontro è aperto agli insegnanti di altre scuole) un corso di aggiornamento sulla gestione delle “classi difficili”, in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza.

Il percorso (articolato in quattro incontri) sarà caratterizzato da un approccio riflessivo e laboratoriale. L’esposizione dei contenuti si intreccerà con momenti di confronto con i partecipanti e tra i partecipanti a partire dalla loro esperienza didattica. L’obiettivo principale è rafforzare le competenze relazionali dei docenti, tramite la conoscenza delle dinamiche del gruppo classe, delle strategie di contenimento e gestione delle situazioni difficili e di promozione delle risorse degli alunni. Si cercherà inoltre di favorire, attraverso il confronto, la lettura della propria realtà di insegnamento e l’elaborazione di alcune ipotesi di intervento.

La responsabilità scientifica del percorso è affidata al Prof. Pierpaolo Triani, Ordinario di Pedagogia Generale e Sociale presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – sede di Piacenza, autore di vari libri sui temi della formazione, dei metodi educativi, della condizione ed educazione dell’infanzia e dell’adolescenza e del disagio scolastico.

Struttura e calendario formativo
Il percorso, rivolto ad un massimo di 60 docenti di scuola secondaria di secondo grado, si svilupperà attraverso quattro incontri formativi in presenza, per un totale di 10 ore. Dato il numero di posti limitato è obbligatoria la registrazione. Il percorso verrà erogato presso la sede della Fondazione Santa Chiara – Via Formis 3, Casalmaggiore.

Primo incontro: 4 febbraio 2020 dalle ore 15.00 alle 17.30
Le dinamiche della classe come gruppo
Prof. Pierpaolo Triani, Università Cattolica del S. Cuore

 Secondo incontro: 11 febbraio 2020 dalle ore 15.00 alle 17.30
Lo stile di conduzione del docente
Dott. Enrico Carosio, formatore e collaboratore Università Cattolica del S. Cuore

Terzo incontro: 28 febbraio 2020 dalle ore 15.00 alle 17.30
Le diverse tipologie di disagio e la gestione delle situazioni difficili
Prof. Pierpaolo Triani, Università Cattolica del S. Cuore

Quarto incontro: 11 marzo 2020 dalle ore 15.00 alle 17.30
La gestione dei conflitti
Dott. Enrico Carosio, formatore e collaboratore Università Cattolica del S. Cuore

Per iscrizioni o maggiori informazioni: s.amministrativa@fondazione-santachiara.it tel. 037540083

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti