Commenta

Consiglio Unione Terra
dei Gonzaga approva
bilancio di 2.5 milioni

Si andrà inoltre verso un servizio anagrafico unificato ed, infine, è stato approvato un accordo con San Martino dall’Argine per l’uso dello scuolabus per le gite scolastiche

BOZZOLO/RIVAROLO MANTOVANO – Il presidente dell’unione terra dei Gonzaga (Bozzolo-Rivarolo Mantovano) Giuseppe Torchio ha applicato le disposizioni riferite alla possibilità di convocare gli organi degli enti locali a porte chiuse, garantendo ai cittadini di seguire i lavori consiliari attraverso la diretta facebook organizzata dall’assessore Rossano Vitale.

Il documento unico di programmazione prevede, tra l’altro la possibilità di assunzioni, per coprire gli organici dell’ente in particolare: 1) l’assunzione di un vigile urbano di categoria D) a seguito della mobilità concessa all’agente Giorgio Bellafemina, in favore del comune di Borgo VIrgilio; 2) l’assunzione di un  addetto all’anagrafe, categoria C); 3) l’assunzione di un amministrativo (segreteria) categoria C; l’assunzione di un Tecnico, categoria D, onde sostituire l’arch. Zurra, vincitore di concorso al Comune di Genova.

Passando, poi, al bilancio di previsione, che cuba a circa 2,5 milioni, si prevede una spesa di 1, 027 milioni per il personale, con oneri provenienti dai due comuni e di 1,020 milioni per la gestione di asilo nido, mense scolastiche, trasporto scolastico, nidi gratis, Grest, Cred, coperti, in parte, con tariffe extratributarie. Sarà finanziato anche il costituendo ufficio unico della polizia locale con circa 60 mila euro di cui 38 mila per il progetto sicurezza e 20 mila per il progetto straordinario dell’Unione con un contributo della metà da parte della Regione per allestire sede ed uffici ed arredi nell’ex palazzo della Pretura. Si andrà inoltre verso un servizio anagrafico unificato ed, infine, è stato approvato un accordo con San Martino dall’Argine per l’uso dello scuolabus per le gite scolastiche.

All’ultimo punto le comunicazioni del sindaco circa le sinergie con tutti i comuni dell’asta Mantova-Piadena sulle problematiche e le questioni di risolvere per la realizzazione del raddoppio ferroviario con nota tecnica circostanziata inviata nei giorni scorsi a tutti gli uffici Italferr e RFI per il necessario colloquio e la codecisione per le opere di eliminazione dei passaggi a livello e le interferenze con la viabilità locale, regionale e nazionale. Da ultimo il documento tra Bozzolo, Rivarolo Mantovano, Tornata e Calvatone a tutta la realtà politica amministrativa ai vari livelli per evitare che il passaggio della progettazione dalla Tibre alla Società Stradivaria, nuova progettista del tratto Marcaria-Bozzolo-Piadena, porti alla quasi totale cancellazione delle opere connesse ed indotte, contrariamente a quanto promesso dalla ministro De Micheli, che, invece, si era fatta carico della questione.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti