Cronaca
Commenta

Abusa di lei mentre sta dormendo: 32enne residente a Dosolo arrestato dai Carabinieri

Colte dalla stanchezza e dall’uso smodato di alcool, le due ragazze si sono lasciate andare a un sonno profondo con l’uomo che ha abbassato il collant alla 20enne palpeggiandole le natiche per cercare di arrivare alle parti intime.

REGGIOLO/DOSOLO – Abusando delle condizioni di inferiorità fisico-psichica di una 20enne, in evidente stato di alterazione dovuta all’assunzione di bevande alcoliche e per questo incapace di reagire, anche perché si era addormentata, l’ha spogliata e poi l’ha palpeggiata alle parti intime: non contento ha video ripreso con il telefonino tutto quanto. Azione interrotta quando la stessa vittima si è svegliata scoprendo quanto le stava capitando. Lo squallido episodio si è verificato nell’abitazione di una comune amica dove tre ragazzi si erano ritrovati al termine di una serata per guardare un film: i carabinieri della stazione di Reggiolo, guidati dal Comandante di compagnia Carabinieri di Guastalla Luigi Regni, hanno così arrestato  con l’accusa di violenza sessuale aggravata un 32enne mantovano, residente a Dosolo, ristretto al termine delle formalità di rito a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia.

Domenica mattina dopo la convalida dell’arresto all’uomo è stata applicata la misura cautelare del divieto di avvicinamento. E’ stata la vittima, una 20enne residente nel reggiano, a rivolgersi ai Carabinieri di Reggiolo denunciando quanto accadutole suo malgrado. La ragazza con un amica aveva deciso di passare una serata assieme: le due sono state raggiunte dal 32enne loro conoscente. Dopo la pizza hanno deciso di andare a vedere un film nell’abitazione dell’amica della vittima accomodandosi sul divano. Colte dalla stanchezza e dall’uso smodato di alcool, le due ragazze si sono lasciate andare a un sonno profondo con l’uomo che ha abbassato il collant alla 20enne palpeggiandole le natiche per cercare di arrivare alle parti intime.

Caduta dal divano, la 20enne si è svegliata trovandosi con i collant abbassati e notando che l’amico aveva in mano il telefonino. Dopo essere riuscita a strappargli il cellulare la ragazza ha raccontato l’attenzione dell’amica raccontandole quanto accaduto. Quindi l’intervento dei carabinieri che hanno avviato i dovuti accertamenti, acquisendo incontrovertibili elementi di responsabilità a carico dell’uomo, che, alla luce della flagranza di reato, è stato arrestato. Domenica mattina nel carcere di Reggio Emilia la convalida dell’arresto del 32enne a cui è stata applicata la misura cautelare non custodiale del divieto di avvicinamento alla vittima.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti