Commenta

Lorenzo Bocchi trionfa al
Match Ball BNL di Firenze,
strappato il pass per il Foro Italico

Lorenzo Bocchi seguito dal maestro Nicola Rambotti è parso molto cresciuto alla battuta, fondamentale importantissimo nel tennis moderno, anche fisicamente è più prestante, sta inoltre acquisendo la mentalità giusta

CASALMAGGIORE – Lorenzo Bocchi trionfa al “Match Ball” di Firenze e a maggio disputerà le qualificazioni al Foro Italico a Roma, il più prestigioso Torneo Italiano, uno dei Master mille più importanti al mondo.

Il tennista di Casalmaggiore dopo aver completato la preparazione invernale alla tennis training School di Foligno ha preso parte all’Open di Firenze che risulta essere il Torneo con più iscritti probabilmente della storia del tennis Italiano, in totale 880, una pattuglia enorme di tennisti, tra i quali tutto il gotha della seconda categoria nazionale, questa gara assegna la qualifica a Roma ai due finalisti.

Bocchi (2.2) era accreditato della testa di serie n.16 e non ha deluso le aspettative, anzi è andato ben oltre, il suo percorso è stato netto, al primo turno si è sbarazzato del piemontese Demichelis (2.4) con il punteggio di 6/1 6/1, poi ha superato in scioltezza anche il napoletano Ragazzi (2.2) per 6/2 6/2, negli ottavi di finale ha approfittato del forfait della testa di serie n.1 Luca Vanni che ritirandosi per un problema al ginocchio ha dato via libera al milanese Borroni (2.4) battuto poi dal casalasco 6/4 6/3, nei quarti, Lorenzo ha prepotentemente liquidato il romagnolo Mazza (2.3) 6/0 6/2.

Poi la partita più importante cioè la semifinale che valeva la qualificazione per il torneo Capitolino, opposto all’aquilano Andrea Picchione (2.3), allievo dell’ex davisman Giorgio Galimberti, tennista classe ’99 molto caldo fra i più in forma della categoria, anche lui artefice di un ottimo percorso a Firenze. I due si erano già affrontati in Tunisia la scorsa estate e Picchione aveva avuto la meglio piuttosto agevolmente, questa volta però è stata battaglia dura per quasi 3 ore con scambi estenuanti, 6/7 7/6 6/3 il punteggio finale di una partita bellissima che ha deliziato il pubblico del match ball Firenze.

In finale Bocchi trova Luigi Sorrentino, del Park Genova, giocatore talentuoso che fa del gioco di fino la sua arma migliore. Nel primo set riesce ad irretire Lorenzo aggiudicandoselo per 6\3. Nella seconda frazione la musica cambia, Lorenzo attacca a più non posso e si aggiudica il set al tie breack.

La terza frazione è al cardiopalmo con continui rovesciamenti di fronte, si gioca punto a punto, il match si spinge oltre le tre ore e finisce con il lottatissimo 7/5 per il giovane casalese. Lorenzo Bocchi seguito dal maestro Nicola Rambotti è parso molto cresciuto alla battuta, fondamentale importantissimo nel tennis moderno, anche fisicamente è più prestante, sta inoltre acquisendo la mentalità giusta per affrontare al meglio i match di alto livello che richiedono massima intensità di gioco soprattutto nei punti decisivi del match.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti