Commenta

Coronavirus, dalla lettera con
intervista di Burioni alla consegna a domicilio:
così i piccoli paesi dell'Oglio Po si organizzano

L'emergenza Coronavirus sta tirando fuori tutto questo, pure tra i sindaci e i piccoli paesi che vivono come tutti questo momento difficile. Si lavora per venire incontro ai residenti, agli over 65 in particolare, in un’unione di intenti tra amministrazioni e negozi di vicinato e non solo, che fa ben sperare.

Storie di ordinaria solidarietà. E, per certi versi, anche di ingegno: l’emergenza Coronavirus sta tirando fuori tutto questo, pure tra i sindaci e i piccoli paesi che vivono come tutti questo momento difficile. Si lavora per venire incontro ai residenti, agli over 65 in particolare, in un’unione di intenti tra amministrazioni e negozi di vicinato e non solo, che fa ben sperare. Alcuni esempi? A Solarolo Rainerio il sindaco Vittorio Ceresini ha deciso di spedire nelle case una lettera di raccomandazione che, oltre a spiegare i comportamenti da tenere per sconfiggere il virus, ha un contenuto molto particolare, ossia l’intervista integrale trascritta di Roberto Burioni, professore e virologo, rilasciata a “Che tempo che fa” in diretta tv qualche giorno fa.

Nel mantovano invece si è tenuta una riunione tra i comuni di Marcaria, Bozzolo, Rivarolo Mantovano, Commessaggio, San Martino dall’Argine e Gazzuolo: i sindaci Carlo Alberto Malatesta, Giuseppe Torchio, Massimiliano Galli, Alessandro Sarasini, Alessio Renoldi e Loris Contesini si sono riuniti per prevedere la costituzione di un unico Coc (Centro Operativo) sovracomunale anche con la collaborazione delle forze del territorio, istituzionali e volontarie quali i gruppi di protezione civile, trasporto sociale e operatori per affrontare assistenza ed emergenza con la presenza dell’autorità sanitaria, oltre alla polizia locale.

A Rivarolo del Re il sindaco Luca Zanichelli ha indicato in un post su Facebook i vari negozi che mettono a disposizione il servizio di consegna a domicilio della spesa e ha risposto quasi tutto il paese. “Le persone anziane over 65 e quelle con patologie sono invitate a restare a casa – spiega Zanichelli -. Per fornire loro i beni primari il Comune grazie alla disponibilità degli esercenti ha messo a disposizione una rete per la consegna a domicilio di quanto necessario. Ringrazio la disponibilità dei nostri commercianti che come sempre rendono unico e solidale il nostro territorio. E’ possibile contattare telefonicamente i seguenti numeri per concordare la consegna:
ORTOFRUTTICOLA GENOVESI E ANVERSA S.r.l. (anche su altri comuni fuori Rivarolo del Re)
Cell. : 366-6881462 oppure 337-1069011 oppure 366-9248606
MACELLERIA BOZZETTI ANGELO e CARLA : 0375-534070
PANIFICIO CASALANI: 0375-535186
PANIFICIO SCOLARO NUNZIA: 333-2951621
MACELLERIA BERNINI CLAUDIO: 0375-534098
FORMAGGI e SALUMI GIGLERANO SALVATORE: 340-9891911
FRUTTA e VERDURA: VEZZONI LUCA 333-2245637
POLLERIA: GRAZIOLI GIOVANNI e GIUSEPPE: 0375-534095
FORNERIA DEL BORGO per PIATTI PRONTI e GASTRONOMIA
FEDERICA ROTA: 347-3624074
PIZZERIA “I GIARDINI”: 0375-535270”.

A Torricella del Pizzo intanto Comune e Auser hanno collaborato per aiutare gli over 65 nella consegna a domicilio, sia per quel che concerne la spesa con il negozio Alimentari Storti Paola aperto dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19 (numero 0375-99182) sia per i medicinali con la Farmacia Guida aperta dalle 8.30 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.30, mentre il sabato dalle 8.30 alle 13 (numero 0375-64033). Per sbrigare pratiche burocratiche (solo se urgenti) è invece possibile contattare il sindaco Emanuel Sacchini (393-5473386) oppure la vice Stefania Azzoni (339-8947642). Insomma ecco alcuni esempi (non gli unici) di solidarietà e mutuo soccorso anche dai comuni del comprensorio Oglio Po.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti