Cronaca
Commenta

A Piazza Pulita paziente cremonese 48enne: 'Rischiano tutti, non è uno scherzo'

"Ho capito la verità quando al pronto soccorso, dove mi sono reso conto dello stato devastante delle persone. Pazienti di tutte le età con difficoltà respiratorie… gente che non si reggeva in piedi. Non è uno scherzo”.

“Come l’ho preso io, che ho 48 anni, sono sportivo, sano e senza altre patologie, possono prenderlo tutti”: così ha detto Daniele, paziente dell’Ospedale di Cremona, uno dei tanti contagiati da Coronavirus, intervistato giovedì sera a Piazza Pulita (IL SERVIZIO). “Pensavo fosse una tradizionale influenza ma la febbre persisteva ed arrivava a 38,5-39. Tuttavia non pensavo di aver Coronavirus, ero abbastanza tranquillo”.

Ma come si manifesta il tutto? “All’inizio si respira regolarmente, poi si fa fatica. Appena faccio un po’ di movimento vado in affanno respiratorio” continua Daniele. “Mi mancano i contatti con l’esterno, la famiglia. Ho una moglie e due bambini piccoli, e non posso vederli”. “Ho capito la verità quando al pronto soccorso, dove mi sono reso conto dello stato devastante delle persone. Pazienti di tutte le età con difficoltà respiratorie… gente che non si reggeva in piedi. Non è uno scherzo”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti