Ultim'ora
Commenta

Coronavirus, dopo Viadana
giro di vite anche a Dosolo:
ecco le nuove regole più stringenti

“Occorre un ulteriore sforzo - spiega il sindaco Pietro Bortolotti - da parte di tutti noi! fine del rispetto dell’ordinanza ho richiesto alla Prefettura ed al Comando Provinciale dei Carabinieri un ausilio relativamente ai controlli da effettuare sul territorio”.

DOSOLO – Dopo Viadana, anche il comune di Dosolo il secondo più colpito nell’Oglio Po mantovano con 17 casi positivi, passa al giro di vite. “Le misure applicate – spiega Pietro Bortolotti, sindaco del comune dosolese – sono valide dal 18 marzo fino al 3 aprile su tutto il territorio comunale. I principia punti dell’ordinanza (rimangono salvi gli spostamenti per comprovate esigenze: lavoro, salute e necessità) sono i seguenti:

1) CHIUSURA COMPLETA AL PUBBLICO DEI CIMITERI COMUNALI (escluse cerimonie in forma strettamente privata per ultimo saluto ai defunti);
2) CHIUSURA COMPLETA AL PUBBLICO DEI PARCHI GIOCHI E GIARDINI PUBBLICI;
3) DIVIETO DI TRANSITO A PEDONI, BICICLETTE E VEICOLI A MOTORE SUGLI ARGINI DEL TERRITORIO COMUNALE DURANTE TUTTA LA GIORNATA;
4) DIVIETO DI UTILIZZO DI PISTE CICLABILI DURANTE TUTTA LA GIORNATA;
5) SOSPENSIONE DEI MERCATI SETTIMANALI SU TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE E DELLE ATTIVITÀ ITINERANTI (ad esclusione del servizio a domicilio per i generi alimentari );
6) LO SVOLGIMENTO DELLA SOLA ATTIVITA’ FISICA O MOTORIA SARA’ CONSENTITA ESCLUSIVAMENTE AL DI FUORI DEL CENTRO ABITATO.
Resta VIETATA OGNI FORMA DI ASSEMBRAMENTO E OBBLIGO DI DISTANZA INTERPERSONALE DI 1 METRO”.

“Occorre un ulteriore sforzo – spiega il sindaco Pietro Bortolotti – da parte di tutti noi! fine del rispetto dell’ordinanza ho richiesto alla Prefettura ed al Comando Provinciale dei Carabinieri un ausilio relativamente ai controlli da effettuare sul territorio”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti