Ultim'ora
Commenta

Viadana, controlli serrati.
Bellini: "E' finito il tempo del
buonismo, adesso le denunce"

I numeri dei contagiati ci mettono al primo posto tra i comuni della Provincia di Mantova. Queste ordinanze sono mirate a far capire che non si scherza e che è il momento di restare in casa. Si può uscire solo in caso di urgente necessità

VIADANA – Proseguono serrati i controlli nell’ambito delle normative legate al contenimento del Coronavirus.

“In questi ultimi giorni – spiega l’assessore Romano Bellini – gli agenti hanno fermato e richiesto l’autocertificazione a più di duecento persone e hanno controllato centinaia di attività commerciali arrivando a denunciare una decina di persone.

Giornalmente, inoltre, vengono controllati: gli argini tra Buzzoletto e Banzuolo, Cicognara e Cogozzo; tutti i supermercati del territorio viadanese, ossia Famila, Lidl, Eurospin, Coop e Conad (quest’ultimo soggetto a diversi passaggi vista la recente apertura del nuovo punto vendita ); i parchi, tra cui La Rotonda Giardini e il Parco delle Rimembranze, quelli siti in Via Galvani, Via Erba, Via Salvo D’acquisto, Via Madre Teresa di Calcutta, oltre a molti altri.

Anche se la Polizia Locale continua imperterrita con i controlli, purtroppo si vedono ancora troppe persone in giro, cittadini che possono e devono stare a casa! A mio malincuore ho chiesto espressamente agli agenti di non fare sconti a nessuno e di procedere con le opportune denunce, è finito il tempo del buonismo.

In questi giorni abbiamo emanato due ordinanze ancor più restrittive rispetto al DPCM visto che i numeri dei contagiati ci mettono al primo posto tra i comuni della Provincia di Mantova. Queste ordinanze sono mirate a far capire che non si scherza e che è il momento di restare in casa. Si può uscire solo in caso di urgente necessità.

Il pensiero va poi alle centinaia di migliaia di infermieri e medici che stanno lavorando giorno e notte per salvare tantissime vite umane pensiamo che con il comportamento irresponsabile di tanti cittadini il loro incessabile lavoro rischia di essere vanificato.

L’Amministrazione Comunale tutta invita a restare a casa. Gli ospedali sono al collasso. Facciamolo per tutti noi. Stiamo a casa!”

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti