Ultim'ora
Commenta

Samuele Lini, dall'ingegnere casalese
migliorie decisive nella trasformazione delle
maschere Decathlon in strumenti salvavita

Samuele ha messo a disposizione i suoi disegni, che altri ingegneri possono scaricare per avere nel dettaglio la possibilità di stampare questi connettori in modo che siano più solidi e più smussati, dunque meglio igienizzabili, rispetto a quelli originali ideati da Isinnova, cui si deve la geniale intuizione. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

VICOBELLIGNANO (CASALMAGGIORE) – Samuele Lini, ingegnere elettronico di Vicobellignano, specializzato in CAD, non appena ha visto lo studio di Isinnova, capace di trasformare le maschere da sub della Decathlon, mediante un connettore, in veri e propri strumenti utili per la respirazione, decisivi in questa fase di emergenza Coronavirus, si è iscritto al Form per entrare nel circuito degli ingegneri che possono dare una mano agli ospedali lombardi.

Ma Samuele non si è limitato a questo, studiando migliorie al prodotto. Samuele ha messo a disposizione i suoi disegni, che altri ingegneri possono scaricare per avere nel dettaglio la possibilità di stampare questi connettori in modo che siano più solidi e più smussati, dunque meglio igienizzabili, rispetto a quelli originali ideati da Isinnova, cui si deve la geniale intuizione. Mentre è al lavoro nel suo studio e con la sua stampante 3D, Samuele – contattato dall’associazione Amici dell’Ospedale Oglio Po – ha lanciato un appello su Facebook per raccogliere 30 maschere da sub Decahtlon utili per i sub acuti dell’Ospedale Oglio Po: nel giro di due ore la raccolta, grazie a privati, al negozio Sportime e al buon cuore di tutti, è andata a buon fine. Non resta che un ultimo appello, per tutti, dello stesso Samuele: “State in casa e andrà tutto bene”.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti