Commenta

Vicobellignano piange
Mario Barbiani, giudice e
appassionato di tennis

Quella grande passione poi lo aveva portato ad avvicinarsi alla Canottieri Eridanea dove era sempre al centro dell'attività tennistica e dell'organizzazione dei vari tornei.

CASALMAGGIORE – Si è spento, a 67 anni, nella terapia intensiva dell’ospedale Oglio Po, Mario Barbiani. Era originario di Spineda, dove vive ancora la mamma Rina, ma aveva poi vissuto a Vicobellignano, con la moglie Tilde. Aveva lavorato, come impiegato, al Calzificio Genny dove lavorava anche la moglie, ed era vicino alla pensione. “Una persona molto posata e seria, d’una affidabilità incredibile”, un carattere estremamente mite, così lo descrive il collega di lavoro per tanti anni Luciano Toscani. Tra le passioni di Mario sicuramente il tennis, che aveva praticato come appassionato e poi come giudice.

Era partito, col tennis, dal paese che lo aveva accolto – lui che era di Spineda – quella Vicobellignano dove, dalla fine degli anni 80, lavorava. Quella grande passione poi lo aveva portato ad avvicinarsi alla Canottieri Eridanea dove era sempre al centro dell’attività tennistica e dell’organizzazione dei vari tornei.

Un bel ricordo di lui lo fa l’amico d’infanzia Francesco Pomati: “Quando se ne va un amico che ha fatto parte della tua vita fino dai primi calci al pallone all’oratorio di Spineda, nostro paese natale, stesse amicizie, amiche che sono diventate prima nostre fidanzate poi nostre mogli. I figli piccoli le vacanze insieme dove la nostra preoccupazione principale era preparare la borsa con le racchette da tennis. Già il tennis la tua grande passione le innumerevoli partite giocate insieme, tu che non mollavi mai una pallina. I primi tornei organizzati insieme intanto i figli sono cresciuti, si sono sposati e poi… Poi te ne sei andato in punta dì piedi con la discrezione che ti ha sempre contraddistinto. Lasci un grande vuoto. Un grande abbraccio. Riposa in pace Sincero Amico Mio”.

Mario lascia a piangerlo, oltre ai tantissimi amici, alla moglie Tilde e alla mamma Rina, il figlio Francesco con la nuora Greta, le sorelle Bruna con Vittorio e Rosa con Giacomo. La salma verrà tumulata nel cimitero di Spineda mercoledì.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti