Commenta

Unite contro il Covid19: quattro
infermiere da quattro
nazioni al pronto soccorso di Cr

Nella fotografia di Francesca Mangiatordi (la dottoressa di Pronto Soccorso autrice anche della foto-simbolo dell’infermiera crollata dalla stanchezza sulla tastiera del computer) le quattro operatrici hanno voluto comunicare, anche visivamente, che solo stando uniti si può combattere contro il virus, solo facendo squadra ci si può salvare.

Quattro infermiere di quattro diverse nazionalità: tra le tante storie di solidarietà che nascono in questo momento drammatico, l’ospedale di Cremona diventa crocevia di rapporti umani finora inediti. Quattro le operatrici  sanitarie che hanno risposto all’appello dell’ospedale per rinforzare l’organico e che da cinque settimane sono impegnate al Pronto Soccorso dell’Asst di Cremona: sono Bea (Infermiera, Colombia), Iolanda (Oss, Africa), Chiara (Oss, Italia) e Ornela (Infermiera, Albania). Nella fotografia di Francesca Mangiatordi (la dottoressa di Pronto Soccorso autrice anche della foto-simbolo dell’infermiera crollata dalla stanchezza sulla tastiera del computer) le quattro operatrici hanno voluto comunicare, anche visivamente, che solo stando uniti si può combattere contro il virus, solo facendo squadra ci si può salvare.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti