Commenta

Coronavirus, quasi mille pazienti
positivi nelle case di riposo
di Cremona e Mantova

Altro dato preoccupante è l’incremento della mortalità all’interno delle strutture, pari al 51%. I rappresentanti sindacali, durante l’incontro, hanno lamentato un ritardo nell’adottare contromisure e hanno chiesto che tutti gli ospiti e il personale vengano sottoposti al tampone.

Circa 950 casi positivi al Coronavirus nelle Rsa di Cremona e Mantova, tra i degenti: a dirlo è la Gazzetta di Mantova, che ha riportato un dato emerso nel corso di un incontro tra il prefetto Carolina Bellantoni, rappresentanti sindacali e quelli di Ats e Asst di Mantova. Si tratta del risultato degli oltre 3mila tamponi fatti nelle strutture. Non ci sarebbe invece un dato preciso relativo ai contagi tra gli operatori sanitari, ma il numero si aggirerebbe, sempre secondo il quotidiano mantovano, intorno ai 170.

Altro dato preoccupante è l’incremento della mortalità all’interno delle strutture, pari al 51%. I rappresentanti sindacali, durante l’incontro, hanno lamentato un ritardo nell’adottare contromisure e hanno chiesto che tutti gli ospiti e il personale vengano sottoposti al tampone. Sul fronte delle strutture sanitarie, i gestori si sono difesi dicendo che l’emergenza ha colto un po’ tutti di sorpresa, ma che ora le strutture si sono attrezzate e sono finalmente disponibili anche i dispositivi di protezione individuale, che possono coprire quasi tutto il fabbisogno. Inoltre Regione e Croce Rossa Italiana hanno avviato delle procedure per riuscire a reperire dei volontari a sostegno delle situazioni di maggiore difficoltà.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti