Commenta

Didattica a distanza:
12 milioni di euro da Roma per
la Lombardia. L'annuncio del M5S

"Non è abbastanza, ne siamo consapevoli, ma sia al Governo sia in Regione stiamo lavorando per garantire tutte le risorse necessarie affinché nessuno resti indietro sul piano sociale, economico e scolastico.

In attuazione al Decreto Legge “Cura Italia”, all’art. 120 il Governo ha previsto diverse risorse per il potenziamento della didattica a distanza pari a 85 milioni di euro. “L’obiettivo principale è quello di permettere a tutti gli studenti di avere accesso alle medesime possibilità in modo che nessuno sia costretto a rimanere indietro a causa del digital divide dei territori”, affermano i portavoce M5S Alberto Zolezzi e Andrea Fiasconaro.

Regione Lombardia è tra le regioni a cui sono state destinate più risorse, pari a 12milioni di euro. Mentre per tutti gli istituti della Provincia di Mantova verranno stanziati in totale 541.940,74 di euro. Non è abbastanza, ne siamo consapevoli, ma sia al Governo sia in Regione stiamo lavorando per garantire tutte le risorse necessarie affinché nessuno resti indietro sul piano sociale, economico e scolastico. Continueremo a ribadire che queste misure non si esauriscono qui, ma fanno parte di una insieme più ampio: finché durerà l’emergenza, augurandoci finisca presto, continueremo a sollecitare le istituzioni competenti per assicurare risorse sufficienti a sostegno di tutto il territorio mantovano“, concludono.
Di questi 85milioni saranno destinati nello specifico: 10 milioni alla dotazione o al potenziamento, per le scuole, di piattaforme e strumenti digitali per l’apprendimento a distanza; 70 milioni di euro per garantire la connettività di rete e mettere a disposizione in comodato d’uso, dispositivi digitali individuali agli studenti meno abbienti per la fruizione delle piattaforme di apprendimento; 5 milioni per la formazione del personale scolastico sulle metodologie e le tecniche per la didattica a distanza. Il provvedimento firmato stabilisce inoltre, le modalità per ripartire fra le scuole i 1.000 assistenti tecnici informatici previsti dal decreto ‘Cura Italia’ che potranno dare supporto ai docenti per la didattica a distanza.
redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti