Commenta

Dolce sorpresa a chi è in prima
linea contro il Covid: distribuite
200 uova di cioccolato

La bontà del cioccolato ha indotto anche alcuni infermieri dell’ospedale, in uscita a fine turno ad assaggiarlo ed il socio Bressanelli ha assicurato che nei prossimi giorni sarà fatto un “rabbocco” per mantenere dolce il palato di tutti gli operatori a cui va il profondo ringraziamento e la gratitudine dell’Associazione “Uniti per il territorio”

Scalda più un gesto d’amore che mille fuochi, recita un antico proverbio. E proprio la volontà di compiere un gesto di affetto, riconoscenza, calore umano ha indotto l’Associazione “Uniti per la provincia di Cremona” Onlus, la realtà costituita da tutte le associazioni economiche di categoria e la Fondazione Arvedi-Buschini per sostenere le strutture sanitarie dell’intera provincia e le realtà ed i volontari che direttamente o indirettamente sono in prima linea nella lotta al COVID19 a fare una piccola, ma dolce e simbolica sorpresa al gruppo di medici, infermieri, tecnici della Ong “Samaritan’s Purse” che hanno allestito e gestiscono l’ospedale da campo installato nel parcheggio dell’ospedale Maggiore di Cremona ed ai militari dell’Esercito Italiano ed i medici Cubano che invece svolgono la medesima attività a Crema.

La generosità e l’immediata disponibilità dell’azienda dolciaria Wal-Cor di Pozzaglio, di Aldo e Carlo Santini a donare 200 uova di cioccolato, ha permesso di distribuirle a coloro che stanno aiutando il nostro territorio. Alla Wal-Cor ed a Aldo e Carlo Santini il ringraziamento per il loro gesto. A Cremona le uova di cioccolato sono state consegnate, a nome dell’Associazione, da Massimo Rivoltini, (presidente di Confartigianato, socio fondatore) alla team leader Beverly Kauffelt e Barnaba Ruggeri appartenenti alla Ong presente a Cremona con 75 operatori. A Crema, le uova sono state consegnate alla Protezione Civile, ai 53 medici Cubani ed ai militari dell’Esercito Italiano da Merco Bressanelli e Renato Marangoni (presidente e direttore della Libera Artigiani, socio fondatore dell’Associazione), unitamente al sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, accompagnata dagli assessori Michele Gennuso, Cinzia Fontana e Emanuela Nichetti.

La bontà del cioccolato ha indotto anche alcuni infermieri dell’ospedale, in uscita a fine turno ad assaggiarlo ed il socio Bressanelli ha assicurato che nei prossimi giorni sarà fatto un “rabbocco” per mantenere dolce il palato di tutti gli operatori a cui va il profondo ringraziamento e la gratitudine dell’Associazione “Uniti per il territorio” che, proseguendo nel sostegno delle iniziative contro il Coronavirus anche nella fase post emergenziale, rinnova l’appello alla donazione (fiscalmente detraibile) utilizzando l’IBAN IT13 Z084 5411 4040 0000 0231 085 con la causale “donazione” o “donazione anonima”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti