Commenta

Scuola per l'infanzia di
Sabbioneta: smartworking e
disegni per il personale sanitario

Il tema scuola "a distanza" è uno dei tempi più trattati in questa particolare fase, in un periodo in cui tutto ciò che sembrava isolare i giovani, ovvero canali social e la tecnologia degli smartphone, oggi in realtà è l'unico collante sociale.

SABBIONETA – Il dottorone con la mascherina verde e la sua forma a palla, o la strana ambulanza con la ruota ritoccata che da tonda diviene quadra. Poi ancora colori, e un grazie a tutti quelli impegnati soprattutto in ambito sanitario. E’ la testimonianza dei bimbi della scuola dell’Infanzia Giulia Gonzaga di Sabbioneta. E va da sè che in alcuni dei casi una mano da chi bambino lo è stato c’è, ma nulla toglie al significato di un bel lavoro che vi mostriamo nella galleria allegata al pezzo.

Il tema scuola “a distanza” è uno dei tempi più trattati in questa particolare fase, in un periodo in cui tutto ciò che sembrava isolare i giovani, ovvero canali social e la tecnologia degli smartphone, oggi in realtà è l’unico collante sociale, la sola strada per portare avanti i programmi scolastici e lo smartworking. Su questa scia si pone il comunicato, di seguito riportato, firmato dalla Scuola dell’Infanzia Giulia Gonzaga di Sabbioneta…

“UN’OFFERTA …PARTICOLARE

Buon giorno bambini,

Siete svegli? Avete già fatto colazione? Guardate che bella giornata di sole. Vi ricordate che giorno è oggi? Questi sono i saluti giornalieri che le docenti di Sabbioneta rivolgono ai bambini della scuola infanzia Giulia Gonzaga tramite i gruppi di WhatsApp creati in questa occasione.

Con i genitori sempre collaborativi alle proposte facoltative che offriamo, è un modo per tenere vivo un legame che va oltre al ruolo scolastico.

Per intrattenere i bambini si realizzano lavoretti con materiale di recupero, si fanno letture animate, si visitano i monumenti di Sabbioneta, si propongono disegni, canti e poesie.

Tutto questo materiale andrà conservato in una scatola: “LA MIA SCATOLA DEI RICORDI” realizzata da loro stessi. Qui dentro andranno gli ultimi lavori legati al periodo Pasquale, in particolare la parabola del “Buon Samaritano” e il video dei “Medici Pagliacci”.

Le docenti hanno proposto un ringraziamento speciale e un augurio di Buona Pasqua. I bambini hanno realizzato stupendi disegni da offrire a tutte quelle persone che in questo momento si stanno occupando degli ammalati negli ospedali, nelle case di riposo e a casa.

Ai “BUON SAMARITANI” mandano un grande grazie e noi, unite anche ai loro genitori, diciamo “ANDRA’ TUTTO BENE”.

Alessandro Soragna

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti