Salute
Commenta

Stazionaria la linea dei nuovi contagi: +73 nel cremonese, +78 nel mantovano Oltre 9000 tamponi in regione

In altre province la crescita è ancora superiore: su questo incide l’alto numero di tamponi effettuati, 9.372. Complessivamente in Regione si sono registrati 216 decessi, mentre nelle terapie intensive c’è stato un calo di ricoveri di 34 persone (+81 invece i ricoverati non in terapia intensiva). I dimessi complessivamente sono 32.731.

E’ un trend altalenante quello fotografato in regione, circa l’infezione da Coronavirus. Nella nostra provincia oggi si contano 73 contagiati in più, dunque una crescita superiore a quella registrata ieri quando era stata di 67 unità. I contagiati salgono così complessivamente a 4.562. Nella provincia mantovana, invece, l’aumento è stato di 78 casi, che portano il totale a 2.355. I decessi sono stati 7 nel cremonese (totale da inizio emergenza 755) e 7 nel mantovano (totale 371). In altre province la crescita è ancora superiore: su questo incide  l’alto numero di tamponi effettuati, 9.372. Complessivamente in Regione si sono registrati 216 decessi, mentre nelle terapie intensive c’è stato un calo di ricoveri di 34 persone (+81 invece i ricoverati non in terapia intensiva). I dimessi complessivamente sono 32.731.

“Il trend è in diminuzione, purtroppo non quello dei decessi”,  ha commentato il vicepresidente della Regione Fabrizio Sala. Vorremmo che il tasso scendesse più velocemente: meno positivi, meno ricoveri e meno decessi, che è il dato più importante. Ribadisco che abbiamo solo un’arma per raggiungere questo obiettivo: uscire di casa il meno possibile. E invece sono ancora tanti gli spostamenti nei capoluoghi lombardi, con Cremona che si conferma tra quelli dove c’è una maggiore mobilità: ieri si è spostato il 57% di popolazione (fatto cento il numero del 20 febbraio). “Vogliamo capire perchè alle 23 ci sono gli stessi spostamenti delle 20. Dati più specifici vengono comunicati alle Prefetture per predisporre gli opportuni controlli. L’unica arma che abbiamo per diminuire il contagio, nonostante i progressi che stiamo facendo è sempre l’isolamento sociale”. E’ stato notato inoltre che nei comuni che si trovano sulle direttrici dei luoghi di vacanza la mobilità è maggiore: “Vi ricordo che Pasqua dobbiamo farla in casa perchè spostarsi significa anche spostare il contagio”. ha concluso Sala.

LA TABELLA DEI CONTAGI NELLE PROVINCE LOMBARDE

g.b.

© Riproduzione riservata
Commenti