Ultim'ora
Commenta

'Riaprire le toelettature
per i cani': la richiesta
di una titolare al Prefetto

“Noi toelettatori – continua la lettera – siamo sfiniti dalle richieste dei clienti che continuano a sottolineare la necessità di questa apertura per il benessere dei nostri amici a quattro zampe. Ci dispiace moltissimo non poterli aiutare e se la situazione dovesse prolungarsi per i prossimi giorni senza toelettature potrebbe essere “pericoloso” per i nostri animali".

Anche le attività di toelettatura per cani stanno risentendo negativamente della chiusura e contestano il provvedimento del governo che ne dispone la proroga fino a giugno. In una lettera inviata al Prefetto di Cremona, Alessandra Barone, titolare del negozio “Il tocco di classe” chiede la concessione di una deroga “per la riapertura immediata delle toelettature a vantaggio degli animali da compagnia. Dall’anagrafe canina risultano circa 52mila i cani a Cremona, il 34% delle famiglie cremonesi ne possiede uno.

“Noi toelettatori – continua la lettera –  siamo sfiniti dalle richieste dei clienti che continuano a sottolineare la necessità di questa apertura per il benessere dei nostri amici a quattro zampe. Ci dispiace moltissimo non poterli aiutare e se la situazione dovesse prolungarsi per i prossimi giorni senza toelettature potrebbe essere “pericoloso” per i nostri animali. Tanti veterinari in questi giorni sono stati chiamati per emergenze dovute proprio a tale chiusura: tipo unghie incarnite nei polpastrelli, speroni troppo lunghi incastrati in luoghi impensabili che hanno generato dolore ed emorragie, ghiandole perianali ascessualizzate, otiti da mancato stripping in razze predisposte e via discorrendo, fino a soggetti in orribile stato igienico e peli annodati in talune razze di cani e gatti tra l’altro veicoli del virus. Riassumendo pertanto urge la riapertura di questa attività che possono annoverarsi, per i motivi sopra esposti, tra i servizi di pubblica utilità ed igiene, principalmente perché si tratta di un lavoro utile che è sí di grande sostegno alle famiglie, ma anche ai veterinari, per la preziosa opera di prevenzione e quindi si può senza dubbio affermare che da questo lavoro dipende anche la salute dei nostri animali”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti