Ultim'ora
Commenta

Dal 4 maggio consentito anche
il take away per bar e ristoranti
ma non il consumo all'esterno

Nel caso di asporto devono essere rispettati le distanze di sicurezza interpersonale di almeno un metro, il divieto di consumare i prodotti all’interno dei locali e di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi. In base al provvedimento governativo la ristorazione è dunque assimilata all’attività svolta anche da bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie.

Dal 4 al 17 maggio, come previsto dal DPCM del 26 aprile scorso, rimane in vigore la sospensione delle attività relative ai servizi di ristorazione tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie. E’ però consentita la ristorazione con consegna a domicilio o da asporto (cosiddetto take away), purché si rispettino le norme igienico sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto. Nel caso di asporto devono essere rispettati le distanze di sicurezza interpersonale di almeno un metro, il divieto di consumare i prodotti all’interno dei locali e di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi. In base al provvedimento governativo la ristorazione è dunque assimilata all’attività svolta anche da bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti