Ultim'ora
Un commento

Viadana, si è spento
Sergio Ballasini, fu
infermiere di chirurgia

Anche dopo la pensione Sergio era rimasto in contatto con le persone con cui aveva lavorato. Non mancava mai ad un augurio di Natale o ad una festa per il pensionamento di qualche ex collega

VIADANA – Ha resistito due mesi alla furia del male e, alla fine, ha dovuto arrendersi. Si è spento al Carlo Poma di Mantova (dove era stato ricoverato dopo aver passato una prima parte di ricovero all’Oglio Po) Sergio Ballasini. Classe 1950, era stato uno dei primi ricoverati quando ancora del Covid19 si sapeva poco o nulla.

Sergio era stato infermiere di chirurgia sino alla pensione. Prima all’ospedale di Viadana e poi, dopo l’unificazione dei tre nosocomi di Viadana, Casalmaggiore e Bozzolo a Vicomoscano. Era stato sotto il dottor Pampari e sotto il dottor Laterza. Le colleghe di lavoro lo ricordano come uno di quegli infermieri di una volta, professionalmente molto preparato non solo nella cura del corpo ma anche in quella dell’anima. Molto stimato, ha lasciato un ottimo ricordo in tutti quelli che lo avevano conosciuto.

Di una sensibilità straordinaria, sino alla pensione, ha sempre aiutato i propri colleghi. Era soprannominato bonariamente ‘Eccolo’ perché era la risposta che dava sempre alle sue colleghe quando veniva chiamato per qualcosa in corsia. Per ogni momento conviviale, aveva le parole giuste per ricordare i suoi colleghi e a lui veniva generalmente affidato il discorso di saluto. Oratore come pochi, ricordava sempre tutti con discrezione ed umanità nei suoi pensieri: in tante sue ex colleghe ricordano le feste di pensionamento di qualche infermiere o qualche dottore.

Anche dopo la pensione Sergio era rimasto in contatto con le persone con cui aveva lavorato. Non mancava mai ad un augurio di Natale o ad una festa per il pensionamento di qualche ex collega. Una persona speciale, che lascia un profondo vuoto in tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti