Ultim'ora
Commenta

Scuola: l’UPI chiede incontro
urgente al Ministro Azzolina. Signoroni:
'Risposte chiare per 15mila studenti'

A lanciare l’allarme è il Presidente dell’UPI Michele de Pascale che, condividendo le preoccupazioni espresse dal Presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini, ha scritto una lettera al Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina e alla Viceministra Anna Ascani, prima del 4 di maggio.
“Condividiamo la decisione di svolgere gli esami di maturità in presenza, ma servono immediatamente le indicazioni necessarie per riorganizzare le scuole in modo che abbiano tutti i dispositivi di sicurezza necessari. Su infanzia e adolescenza impensabile però rinviare tutto a settembre”. A lanciare l’allarme è il Presidente dell’UPI Michele de Pascale che, condividendo le preoccupazioni espresse dal Presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini, ha scritto una lettera al Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina e alla Viceministra Anna Ascani, prima del 4 di maggio.
Il Presidente della Provincia di Cremona, Paolo Mirko Signoroni ha aggiunto al riguardo che “la scuola deve essere tra le prime priorità e la sua riorganizzazione in questa delicata fase deve trovare una risposta chiara e tempestiva. Noi a livello provinciale gestiamo 36 strutture scolastiche con oltre 15.000 studenti negli Istituti scolastici superiori e centri di formazione. Come ha ribadito il Presidente dell’UPI De Pascale non è immaginabile non affrontare la questione “scuola” demandando il tutto alle indicazioni sulla riapertura a settembre che verranno dal Comitato dei tecnici del MIUR. In questa fase le Province devono avere precise indicazioni e dobbiamo garantire i servizi a famiglie e studenti”.
redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti