Cronaca
Commenta

Clima rovente a Viadana: Perteghella si scaglia contro l'amministrazione

Il clima politico viadanese si fa sempre più incandescente. Il consigliere Silvio Perteghella punta il proprio sguardo, dapprima sulla stabilità della maggioranza e poi su come sia stato approvato il bilancio giudicato poco adatto al momento attuale perché strutturato prima dell'epidemia da Covid-19.

VIADANA – Il clima politico viadanese si fa sempre più incandescente. Il consigliere Silvio Perteghella punta il proprio sguardo, dapprima sulla stabilità della maggioranza e poi su come sia stato approvato il bilancio giudicato poco adatto al momento attuale perché strutturato prima dell’epidemia da Covid-19.

“In seguito alle dichiarazioni rilasciate dal Sindaco facente funzione, e da altri componenti della maggioranza credo sia opportuno ristabilire la verità dei fatti. Ad un anno dalla morte del Sindaco Giovanni Cavatorta, la maggioranza leghista che amministra il Comune di Viadana per varie ragioni è priva di iniziativa politico amministrativa.

Molti dipendenti hanno deciso di cambiare Comune di impiego, nello specifico :
– 3 dipendenti dell’ufficio urbanistica ed edilizia privata (tutti i componenti l’ufficio)
– l’avvocato del Comune di Viadana
– il Segretario Comunale
– un impiegato dell’area demografica
Altri impiegati hanno manifestato la volontà di presentare richiesta di mobilità.
Tra le figure politiche che hanno abbondonato l’attuale “scalcinata” ed imbarazzante maggioranza abbiamo l’ex Consigliere comunale ed ex Assessore Regionale Gianni Fava ( dimissionario) l’ex Assessore Alessia Minotti, e 2 consiglieri comunali passati tra le file della minoranza”.
La rottura tra le fazioni politiche si fa ancora più ampia in quanto si ritiene che l’amministrazione abbia mostrato poca voglia di collaborare con le minoranze e questo è sottolineato dallo stesso Consigliere comunale…
“La Giunta pur non potendo contare più su una maggioranza in Consiglio comunale – continua Perteghella -, ha spesso e volentieri agito in totale solitudine, in particolar modo sulla questione sanitaria non ha dato molto ascolto ai suggerimenti delle minoranze”.
Torna come un mantra in questi giorni il consiglio comunale tenutosi lunedì sera per un’approvazione al bilancio che ha scatenato l’ira delle forze di opposizione…
“Convocati in Consiglio Comunale per approvare un Bilancio di Previsione redatto in Febbraio ci siamo posti l’obiettivo di non infierire su una situazione imbarazzante, abbiamo pensato di redarre un documento comune come minoranze, al fine di discutere immediatamente una variazione di Bilancio (o sulle principali novità da introdursi). Questo per non “bocciare” votando contro ad un Bilancio di Previsione presentato da una maggioranza che non ha i numeri. Il nostro invito è stato rigettato, hanno preferito continuare e Deliberare in solitudine con soli 8/17 dei Consiglieri assegnati”.
Il quadro politico che si delinea si fa sempre più interessante, ma è il bilancio a tenere banco nei pensieri delle opposizioni
“Approvare un Bilancio senza una maggioranza politica è soltanto sinonimo di arroganza, anche perché non hanno nemmeno la certezza della legittimità di questa deliberazione. Hanno perso una grande occasione per dimostrare che in un momento come questo, vi è la capacità di agire con condivisione e disponibilità nell’interesse della comunità che siamo chiamati a rappresentare”.

I Consiglieri di minoranza hanno poi redatto una lettera inviata all’amministrazione dove si puntualizza quali siano le aree d’azione su cui bisognerebbe intervenire…

“PIU’ RISORSE ALLE FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ:
Chiediamo che venga integrato con risorse comunali il capitolo di spesa corrispondente con aumento di almeno 100.000 di aiuti per le famiglie in difficoltà economiche.

INSERIMENTI LAVORATIVI:
Chiediamo che venga istituito un capitolo di bilancio per finanziare progettualità d’inserimenti produttivi.

SOSTE PAGAMENTO – RIGHE BLU:
Chiediamo di togliere il pagamento delle soste con righe blu in piazzale baroni in modo definitivo e senza limiti di orario e in centro togliere la sosta a pagamento per almeno tutto il 2020 sostituendolo con disco orario pertanto di azzerare le entrate corrispondenti del capitolo di bilancio

SOSPENSIONE CANONI ED AFFITTI ALLE ATTIVITÀ COMMERCIALI IN LOCALI DI PROPRIETÀ DEL COMUNE:
Sospensione dei pagamenti per le attività di volontariato, culturali, sportive, mediche e commerciali che hanno in convenzione con il comune, spazi, uffici, bar, come la meridiana, o la rotonda dei giardini, bar della Gerbolina, locali di piazzale Baroni, locali del centro, Cinema, Impianti sportivi perché avendo l’obbligo di tener chiuso pensiamo sia giusto sospendere i canoni delle settimane e mesi in cui rimangono chiusi dal primo giorno di chiusura a fino a quando saranno costretti a rimanere chiusi o poter ripartire con la piena attività

SOSPENSIONE ED AGEVOLAZIONI DELLE TASSI COMUNALI:
Per le attività commerciali, artigianali e i liberi professionisti che sono stati costretti a chiudere a causa del Corona virus sgravi su Tassa rifiuti o Cosap trovando le risorse nella prima variazione al bilancio.. Azzerare l’imposta di uso del plateatico per agevolare le attività di somministrazione di alimenti e bevande e non solo in modo che possano occupare maggior spazio di fronte alle proprie attività senza avere ulteriori costi. Valutare che riduzione fare della addizionale comunale sull’irpef per i lavoratori o liberi professionisti in base alla disponibilità di bilancio e solo per i redditi e le famiglie che hanno bisogno.

LUOGO A DISPOSIZIONE DI TEST SERIOLOGICI O TAMPONI:
Come ha fatto il comune di Marcaria, mettere a disposizione un ufficio/sala civica o altro a disposizione della comunità come luogo dove potersi recare a fare il tampone o test sierologici ad un costo convenzionato per tutti i cittadini e gratuito per gli over 65.

POTENZIARE LA COC:
Alcune associazioni ci hanno segnalato che si sono messe a disposizione per dare una mano ma fino ad oggi sono state poco considerate, pertanto chiediamo che l’amministrazione faccia maggior rete e coinvolga tutto il volontario che a Viadana è sempre stato di qualità e qualificato.

SANIFICAZIONE E PULIZIA:
Mettere le risorse necessarie nei relativi capitoli di spesa per la sanificazione e pulizie periodiche dei locali di proprietà del comune come la meridiana, gli uffici pubblici, le scuole e i mezzi pubblici e luoghi pubblici come panchine o ingressi di uffici pubblici (Vedi ingresso delle poste).

RENDICONTAZIONE DEI CONTRIBUTI:
Rendicontare al consiglio comunale come sono stati già stati spesi i soldi ricevuti in donazione dai cittadini o dalle imprese. Le altre risorse ancora disponibili concordare come spenderle insieme agli altri gruppi consigliari.

CONTRIBUTO INVESTIMENTI REGIONE LOMBARDIA:
Concordare con i gruppi consigliari come destinare le risorse che Regione Lombardia ha detto che stanzierà nelle prossime settimane e che dovrebbero corrispondere per il comune di Viadana in 700.000 euro Oltre alle richieste puramente legate alla situazione di emergenza e visto che dovremo condividere in modo differente la gestione della cosa comunale siamo a porVi le seguenti richieste: 1) L’istituzione di una commissione d’inchiesta sul palasport composta da 2 persone nominate dalle opposizioni e da 1 persona nominata dalla maggioranza Una commissione che potrà essere composta anche da persone al di fuori dei consiglieri comunali e che ha l’obiettivo di fare chiarezza su quanto avvenuto sul palasport 2) Visto quanto accaduto da parte del presidente del consiglio, con il post pubblicato su pagina fb del giornale online Oglioponews dove, incitava la violenza nei confronti del presidente del consiglio., visto che tale istituzione deve rappresentare l’intera cittadinanza in modo super partes chiediamo che il presidente si dimetti perchè non ha più la fiducia dei firmatari di questa lettera e non può più rappresentare una garanzia di equità per tutte le forze consigliari. 3) Chiediamo che tutte le scelte politiche ed amministrative comunali da qui fino alla fine del mandato siano spiegate e condivise con i capigruppo consigliari.

CHIEDIAMO i dati ufficiali delle persone decedute nel mese di marzo e nei mesi avvenire rapportati con la statistica degli anni precedenti in modo da sapere quante persone sono decedute effettivamente a Viadana di Coronavirus inoltre avere il dato ufficiale di quante persone che erano ospiti alla RSA sono decedute sempre confrontandoli con la media degli anni precedenti”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti