Ultim'ora
Commenta

Sanità, commercio,
controlli e lavoro: 4 le
mozioni presentate da CNC

Sono 4 le mozioni presentate da Casalmaggiore la Nostra Casa (CNC) che verranno discusse - se ci sarà il tempo tecnico e comunque non oltre il limite delle 2 ore - nel consiglio comunale

CASALMAGGIORE – Sanità, commercio, controlli e lavoro: queste le quattro tematiche messe in evidenza dal gruppo di opposizione cittadina. Sono 4 le mozioni presentate da Casalmaggiore la Nostra Casa (CNC) che verranno discusse – se ci sarà il tempo tecnico e comunque non oltre il limite delle 2 ore – nel consiglio comunale previsto per venerdì. Quattro documenti diversi che qui proponiamo.




Mozione per la istituzione di un Tavolo Sanitario-Assistenziale

Il gruppo consiliare Casalmaggiore la Nostra Casa –Vappina

Viste
• le difficilissime condizioni di erogazione del servizio a cui sono stati sottoposti, durante l’emergenza Covid-19:
. l’Ospedale Oglio-Po;
. i medici di base;
. pediatri di famiglia;
. guardia medica;
. la RSA fondazione Busi
. i servizi di ADI (assistenza domiciliare integrata) e di cure UCPDom (unità cure palliative domiciliari)

Visto il prezioso ruolo giocato da
. cooperative per i disabili
. associazioni del terzo settore con missione pertinente all’oggetto

Visto il ruolo istituzionale di coordinamento dei suddetti attori da parte di Ats Valpadana

Dato che:
• è prevista una nuova ondata virale in autunno

PROPONE al consiglio comunale
• di istituire, entro il mese di Luglio, un TAVOLO SANITARIO-ASSISTENZIALE che coinvolga, assieme alle minoranze consiliari, innanzitutto i rappresentati di coloro che, appartenenti alle istituzioni e categorie sopra elencate, hanno operato in prima linea durante l’emergenza e anche i rispettivi dirigenti;

che nel suddetto tavolo
• si faccia una ANALISI delle criticità e punti di forza nei vari ambiti sopra elencati (organizzativi, logistici, strumentali e di comunicazione);
• ci si ponga in ASCOLTO delle istanze dei vari attori sopraelencati maturate durante l’emergenza;
• si metta a punto un PIANO INTEGRATO per il miglioramento di tutte le criticità evidenziate

che al termine dei lavori del suddetto tavolo si predisponga un DOCUMENTO da inviare alla Provincia, alla Regione e ai Ministeri interessati per far loro presente le questioni più urgenti del nostro Comune.

I consiglieri comunali
Annamaria Piccinelli, Pierluigi Pasotto, Fabrizio Vappina




Mozione per la creazione di squadre di segnalazione su violazioni disposizioni sicurezza Fase 2

Il gruppo consiliare Casalmaggiore la Nostra Casa -Vappina

considerato:
– che il territorio casalasco, per estensione, consente di svolgere le attività all’aria aperta autorizzate con i decreti disciplinanti la Fase 2 con un certo margine di sicurezza, a patto di evitare condotte irresponsabili;
– che pur in un generale clima di attenzione non sono mancati episodi di assembramenti o comunque costituenti violazione delle norme emergenziali di sicurezza;
– che tali episodi possono essere prevenuti con una attività di controllo di minima invasività, non necessitando di vera e propria attività di polizia giudiziaria almeno nella fase di segnalazione di tali comportamenti;

visto:
– l’intervento dell’assessore regionale della Sicurezza che ha auspicato la creazione di squadre antiassembramento miste e di squadre di pronto intervento antiassembramento;

PROPONE al consiglio comunale di votare affinché

vengano utilizzati, per la segnalazione di comportamenti costituenti violazione delle norme di sicurezza derivanti dai vari DPCM e decreti legge emanati in tema di emergenza Coronavirus, i volontari ausiliari di polizia locale secondo le direttive impartite dall’Amministrazione Comunale e dal Comando della Polizia locale.

I consiglieri comunali

Fabrizio Vappina, Mario Daina, Pierluigi Pasotto




Mozione per il rafforzamento delle misure di monitoraggio dell’aria

il Gruppo consiliare Casalmaggiore la Nostra Casa – Vappina

premesso che

sia lo studio della Società Italiana di medicina Ambientale, pubblicato sul British Journal of Medicine, sia lo studio della facoltà di Ingegneria dell’Università di Brescia in via di pubblicazione sulla rivista scientifica Environmental research, riferiscono come le polveri sottili provochino un indebolimento del sistema immunitario, causando una maggiore vulnerabilità della popolazione e un’ amplificazione degli effetti del virus;

premesso che

Cremona, con 112 giorni di sforamento da PM10 annui, si colloca al nono posto nazionale in questa triste classifica davanti a città come Milano, Brescia, Parma e Bologna e la SS343 Asolana, che attraversa Casalmaggiore, secondo il piano di viabilità della Provincia di Cremona, subisce un TGM (traffico giornaliero medio ) di oltre 20000 veicoli;

premesso che

a seguito delle nostre due mozioni (2017 e 2020), condivise dal Consiglio comunale, una centralina è stata posizionata in via Adda a Febbraio 2020, poco prima del lockdown e vi rimarrà fino a Luglio, e il Comune di Casalmaggiore sta partecipando allo Studio epidemiologico Viadana 3, limitato alla popolazione pediatrica;

PROPONE che

il posizionamento della centralina di via Adda venga protratto per almeno un altro anno;
che venga posizionata un’ulteriore centralina in un altro punto della SS343;
che i dati raccolti giornalmente vengano resi pubblici, utilizzando magari il sito del comune;
che lo studio epidemiologico continui, e, appena possibile, venga presentato ai cittadini.
distinti saluti i Consiglieri

Pierluigi Pasotto, Annamaria Piccinelli, Mario Daina




Mozione per la istituzione di un Tavolo Lavoro che promuova la ripresa dopo il lockdown

Il gruppo consiliare Casalmaggiore la Nostra Casa -Vappina

Premesso
• che la situazione economica da cui ripartiamo non sarà più quella che abbiamo lasciato prima del lockdown, per cui riteniamo vada aperto da subito un dibattito di “sistema” per far circolare idee e progetti;

• che la PROTEZIONE SOCIALE e il rilancio di uno SVILUPPO SOSTENIBILE devono essere le due direttrici su cui si determina l’azione politica futura;

• che una delle priorità da cui Casalmaggiore deve ripartire è il LAVORO e che questa ripartenza richiede un ripensamento dei diritti su tutti i tipi di lavoro nel senso che quello che si dà è per aiutare il lavoratore e per mettere in condizione l’imprenditore di continuare a fare impresa e creare reddito;

• che la crescente domanda sociale non potrà essere soddisfatta solo attraverso un maggior impegno dei servizi sociali, oggi già al limite, bensì verrà richiesta una maggior assunzione di responsabilità da parte di tutti gli attori del territorio;

• che il comune di Casalmaggiore, oltre ai sussidi previsti per tutti i comuni, beneficerà di ulteriori 948.462,75 euro statali stanziati nel Decreto Rilancio in quanto facente parte di una provincia tra le più colpite dal covid-19 .

PROPONE al Consiglio comunale
• di istituire, entro il mese di Giugno, un TAVOLO LAVORO che coinvolga, assieme alle minoranze consiliari, le Associazioni di categoria, le Organizzazioni Sindacali e il Terzo settore per un’analisi della situazione (avendo la crisi colpito a macchia di leopardo), per determinare le priorità d’intervento e costruire un processo che predisponga percorsi e linee di intervento per azioni congiunte di carattere locale su occupazione sia autonoma (P.iva in primis) che dipendente (lavoratori precari, lavoratori a tempo determinato o lavoratori in nero);

• che nel suddetto tavolo si discuta la possibilità per le attività che risultino più colpite dalla suddetta analisi
. di riduzione/sospensione di imposte (IMU) e tasse comunali (TARI, PLATEATICO, PARCOMETRO).
. di modificazione dei criteri di assegnazione di SUOLO PUBBLICO e conseguente modificazione della VIABILITA;
. di ideare AZIONI DI MARKETING volte a rivitalizzare il commercio;
e anche
. di rivedere le TARIFFE dei servizi individuali;
. di ripensare la CONCILIAZIONE famiglia-lavoro con servizi ad hoc;

• che al termine dei lavori del suddetto tavolo si predisponga un DOCUMENTO di tutte le forze politiche da inviare alla Provincia, alla Regione e ai Ministeri interessati per far loro presente le questioni più urgenti del nostro Comune.

I consiglieri comunali

Mario Daina. Annamaria Piccinelli, Fabrizio Vappina




redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti