Commenta

Villastrada, Fondazione
Sabbadini: il bello di
avere tanti amici

Con le donazioni ricevute stiamo valutando l’acquisto di attrezzature per la sicurezza dei nostri anziani ma anche quella del personale, così come quella dei famigliari e di tutti coloro che verranno a farci visita

DOSOLO – La Fondazione “U.Sabbadini” di Villastrada, con solo 25 ospiti residenti e 10 posti nel CDI, è tra le più piccole case per anziani della provincia di Mantova.

Come le grandi strutture ha dovuto lottare contro questo virus, affrontando spese ingenti e mancati introiti. L’impatto con l’emergenza ha evidenziato la necessità di nuove esigenze, mai affrontate prima, alcune immediate altre in previsione. Esigenze e misure che hanno inevitabilmente causato limitazioni e distacchi ma che si è cercato di alleviare attraverso una costante informazione e comunicazione con l’esterno. Perché la scelta e la decisione di essere drastici nell’isolamento, non doveva in alcun modo trasformarsi in un isolamento affettivo, in primis per i nostri ospiti, ma anche per i loro famigliari. Non è stato facile ma questi grandi sacrifici ci hanno premiato, ad oggi siamo una delle poche case di riposo senza contagiati tra i dipendenti e gli ospiti.

Il Consiglio di amministrazione vuole ringraziare pubblicamente i famigliari che in modo così diligente e paziente hanno accettato tutte le restrizioni imposte alle visite. Il nostro personale sanitario medici, infermiere ed OSS tutti importanti in egual misura, che hanno letteralmente adottato i nostri anziani, senza lamentarsi dei turni pesanti, della difficoltà di lavorare indossando i presidi necessari, riuscendo sempre a trovare un sorriso, purtroppo nascosto dalla mascherina, una battuta spiritosa o una parola dolce per rincuorare e rassicurare ospiti e famigliari. Personale che ha messo in campo assieme all’animatrice Giusy, videochiamate, trasmesso la Santa Messa in diretta celebrata dal nostro parroco don Stefano, raccolto e trasmesso gli auguri di Pasqua dei famigliari con piccoli filmati, giocato a tombola, distribuito uova di Pasqua. Che dire di Clara, la nostra tuttofare coordinatrice, responsabile amministrativa, autista e al bisogno tecnico per i collegamenti, sempre presente in qualsiasi giorno e ora ce ne fosse necessità, ma non dimentichiamo le nostre cuoche Katia e Lara che hanno pensato a manicaretti sempre diversi e ancor più curati per allietare gli ospiti anche a tavola.

Un ringraziamento al dott. Madeo Vincenzo, sempre disponibile, prodigo di consigli e suggerimenti, molto attivo anche nella raccolta fondi.

Vogliamo ringraziare di cuore anche tutti quelli che si sono ricordati di noi con le loro donazioni: le aziende Gruppo Frati Luigi, Benazzi compensati, Bedogna F.lli, alimentari Bottesini Chiara e Riccardo, Il Forno di Avanzi Vilma e i tanti privati Sara e Sergio, Marina e Adriano, Rosanna e Bruno, Dario, il sig. Giovanni, Giulio e Anna, Rodolfo e Marlena, Corinna e Ernesto, Manila, Alberto e Nicoletta, Paola e Clara, Maria Luisa ed ancora una volta il grande cuore del nostro personale che si è autotassato per aiutarci. GRAZIE

Queste donazioni che sicuramente ci hanno aiutato economicamente, hanno scaldato il cuore; sono la testimonianza che ci sono ancora persone che vedono negli anziani un bene prezioso, da tutelare e proteggere. Questa consapevolezza incrementa forza e vigore nel continuare sulla strada da sempre percorsa dalla Fondazione: la cura, il benessere e la serenità degli ospiti.

Con le donazioni ricevute stiamo valutando l’acquisto di attrezzature per la sicurezza dei nostri anziani ma anche quella del personale, così come quella dei famigliari e di tutti coloro che verranno a farci visita.

ANCORA UN GRANDE, GRANDISSIMO RINGRAZIAMENTO DA PARTE DEL PRESIDENTE ANDREA MALACARNE E DAI CONSIGLIERI DON STEFANO, MARINA,DORIANA.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti