Ultim'ora
Commenta

San Giovanni ringrazia i suoi eroi:
una Card da 70 euro per i lavoratori
in emergenza durante il Covid

Tutti i dettagli saranno a breve disponibili sul sito del Comune e per ottenerla servirà essere residenti a San Giovanni e autocertificare la propria posizione lavorativa e impegno nel corso dell’emergenza sanitaria. La card verrà poi recapitata direttamente a casa, pronta per essere spesa in un esercizio commerciale del paese a scelta.
Nella foto il sindaco Asinari e la card

SAN GIOVANNI IN CROCE – Un paese che si stringe intorno ai suoi eroi. È da questa idea che l’Amministrazione Comunale di San Giovanni in Croce si è fatta guidare per lanciare una nuova iniziativa. “Vogliamo ringraziare gli operatori sanitari che hanno lavorato instancabilmente nella fase 1 dell’emergenza sanitaria. Medici, infermieri, oss, osa, soccorritori, personale che si occupa delle pulizie e dell’igiene nelle strutture sanitarie, impiegati e tecnici degli ospedali. Eroi che hanno lavorato ogni giorno su turni massacranti e un livello di rischio altissimo, per loro e per le loro famiglie” spiega il sindaco Pierguido Asinari.

Ecco quindi nascere una card speciale a loro dedicata e chiamata Lavoratori in emergenza. “Funziona come una carta di credito con un importo pari a 70 euro e può essere spesa sul territorio comunale, negli esercizi commerciali aderenti: un modo concreto per esprimere la vicinanza della nostra comunità alle persone impegnate in prima linea” prosegue il Sindaco. Tutti i dettagli saranno a breve disponibili sul sito del Comune e per ottenerla servirà essere residenti a San Giovanni e autocertificare la propria posizione lavorativa e impegno nel corso dell’emergenza sanitaria. La card verrà poi recapitata direttamente a casa, pronta per essere spesa in un esercizio commerciale del paese a scelta.

San Giovanni in Croce ospita diversi ambulatori medici, la Fondazione Aragona, la Padana Soccorso, strutture che con i loro operatori sono state coinvolte direttamente nella lotta: “Così facendo non solo siamo grati a chi si è speso in prima linea, ma cerchiamo di sostenere direttamente anche le attività locali attraverso la possibilità di spendere presso gli esercizi commerciali del paese. Un sistema già collaudato con l’esperienza positiva dei buoni spesa, che ha già immesso direttamente più di 10 mila euro nelle attività situate sul territorio comunale, e che troverà nuova linfa ora, con la card “Lavoratori in emergenza”, considerando che sono molti i nostri concittadini che lavorano in ambito sanitario”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti