Ultim'ora
Commenta

"Cari esercenti, il rispetto
delle regole vale più del rischio
di perdere clienti poco civili"

"Avete chiesto rispetto per le vostre attività, noi cittadini chiediamo il rispetto della nostra salute e la continuità di questa serenità appena riconquistata. I controlli arrivano e arriveranno fintanto che il rispetto non sarà reciproco".

BOZZOLO – E’ una riflessione interessante e che merita attenzione quella di un cittadino di Bozzolo, che ha deciso di condividerla col nostro giornale. Una riflessione resa attuale dalle immagini degli ultimi giorni, giunte da Brescia e da altre piazze italiane. “A seguito delle riaperture del 4 maggio – scrive il nostro lettore – è tornata un po’ di normalità tra le vie di Bozzolo. Si vedono più persone in giro a passeggiare ed è piacevole tornare a scambiarsi quattro parole nel rispetto del tre piccole ma importanti regole rimaste per conservare e prolungare gli effetti benefici del lockdown degli ultimi 2 mesi: rispettare la distanza, evitare gli assembramenti e usare sempre la mascherina. Durante il lockdown abbiamo anche assistito ad un flashmob pacifico e rispettoso dei commercianti che giustamente protestavano per le difficoltà della situazione. E’ stato chiesto rispetto e collaborazione per continuare a garantire la continuità della propria attività. C’erano i titolari delle piccole botteghe di paese, delle pizzerie e dei bar”.

“Oggi però i cittadini – prosegue il cittadino di Bozzolo – si trovano davanti ad un curioso fatto: le botteghe e le pizzerie sono ormai già abituate alle regole che hanno seguito durante il periodo di quarantena mentre i bar cominciano a rendersi conto che seguire le regole non è proprio così semplice. D’altronde può essere scomodo dover puntualizzare le regole agli stessi clienti che consumano rischiando di perderli. Ecco, è proprio qui il nocciolo della questione. Perdere dei potenziali clienti perché nel bar non vengono rispettate le regole oppure tenere i clienti irrispettosi e molto spesso minorenni che bivaccano ammassati tutto il giorno? Sono note le immagini degli ultimi giorni provenienti da tutte le parti d’Italia. Vorrei quindi invitare i gestori dei bar ad una riflessione: vale la pena rischiare multe e chiusure dell’attività permettendo a questi irresponsabili di mettere a rischio la vostra salute e quella di chi transita dal bar? Non importa se il cliente entra o resta sulla porta del vostro locale, è vostra responsabilità dettare le regole che vi sono state imposte: farlo accomodare e servire al tavolo. Avete chiesto rispetto per le vostre attività, noi cittadini chiediamo il rispetto della nostra salute e la continuità di questa serenità appena riconquistata. I controlli arrivano e arriveranno fintanto che il rispetto non sarà reciproco”.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti