Commenta

Viadana, Franco Rossi
risponde a Zanichelli: "Le
critiche le rivolga altrove"

Le critiche sostanzialmente politiche, anche se goffamente mascherate, mosse a questa Amministrazione andrebbero indirizzate a ben altri soggetti che credo lui possa conoscere

VIADANA – Risponde alle critiche dell’imprenditore Roberto Zanichelli l’amministrazione viadanese. E lo fa per bocca dell’assessore ai lavori pubblici Franco Rossi: “Diventa difficile rispondere a tal imprenditore Zanichelli Roberto in quanto mi sembra che non voglia sentire ragioni; con una certa regolarità è solito attaccare questa Amministrazione e forse anche di più gli uffici del Comune e sempre ha ottenuto le risposte dovutegli.

Non so esattamente cosa sia successo ma lo invito ad agire per le strade che ritiene più opportune se ritiene di avere subito dei torti; è un suo diritto di cittadino e di contribuente come sempre sottolinea, certamente è un nostro dovere dare per la ennesima volta i chiarimenti dovuti sperando che ci sia la volontà e la pazienza di ascoltare.
Innanzi tutto evidenzio che a Viadana ci sono molti altri contribuenti ma non hanno questa pervicace avversione verso tutto e tutti; forse il problema è un altro?

Anche a livello di ironia il dettato lascia un po’ a desiderare ed uso la parola dettato non a caso. Nel merito: per quanto riguarda il Palazzetto i lavori proseguono celermente, sulla questione dell’ aumento dei costi abbiamo già più volte chiarito che sono dovuti a migliorie così come abbiamo già risposto per i ritardi imputabili a fattori esterni non prevedibili; sul fatto che le cascine non siano crollate è di tutta evidenza che lo sbalzo di un palazzetto non è quello di una cascina ed il carico di neve agisce differentemente tanto è vero che sono crollati altri palazzetti lo stesso giorno, ma questi sono aspetti puramente ingegneristici.

Per quanto riguarda i negozi del centro non capisco lo spirito della osservazione; io sono amministratore e mi reco regolarmente presso i negozi locali, fermo restando che ognuno fa spesa dove meglio gli aggrada e non è certamente un argomento che meriti altri approfondimenti vista la pochezza della osservazione.

La questione dello svuotamento del centro ha origini lontane, di carattere sociale, urbanistico, culturale e non è certo imputabile a questa Amministrazione che al contrario ha riqualificato il centro, ha riaperto parzialmente l’area pedonale proprio per venire incontro alle richieste dei commercianti ed incentivare le attività locali.

Per quanto riguarda gli asfalti questa Amministrazione ha investito molto di più delle precedenti e ricordo che in Zona Fenilrosso, dove il nostro imprenditore ha la sede, termina la Gronda Nord con il suo enorme carico di traffico pesante; mi sembra normale che gli asfalti si consumino e noi abbiamo provveduto a riasfaltare.

Il problema è che la Gronda nord non doveva finire in Fenilrosso ma anche qui lo invito a riflettere se è una nostra mancanza o delle Amministrazioni che ci hanno preceduto che con scelte poco lungimiranti hanno posto Viadana in queste condizioni.

Per quanto riguarda la Caserma dei Vigili del Fuoco questa Amministrazione ha messo progettualità e risorse proprio per porre rimedio alla precaria collocazione della attuale caserma che ne ha messo a rischio addirittura la permanenza.

Per la discutibile scelta di collocare la caserma in un edificio non idoneo che ha comportato anche un notevole esborso economico invito il Sig. Zanichelli a rivolgere altrove le sue critiche.

Anche in questo caso non vedo cosa sia imputabile in senso negativo a questa Amministrazione.

Per quanto riguarda i contenziosi in essere trovo le osservazioni fatte incomplete e spero non volutamente inesatte e parziali. Segnalo al nostro imprenditore che mancano nel suo elenco anche la causa relativa alla cava Caselli e quella relativa alla STU (società di trasformazione Urbana) per circa altri 5.000.000 di Euro.

Le cause civili sono in parte concluse ed in parte in via di definizione e speriamo con esito favorevole per Viadana non tanto per noi.

L’auspicato ‘accomodamento’ come lo definisce il nostro imprenditore, se fatto da una Pubblica Amministrazione non validato da un giudice, si chiama ‘reato’, questo si di valore penale, ma questo il nostro imprenditore evidentemente non lo sa.

Anche in questo caso suggerisco all’ imprenditore Zanichelli di riflettere sulla responsabilità di chi ha operato le scelte politiche ed amministrative che hanno costretto la Amministrazione a doversi difendere presso gli organi di giustizia; se non lo sa vorrei ricordargli che sono tutte cause ereditate dalle precedenti Amministrazioni e non certo causate da questa.

A giudicare dal numero e dal valore dei contenziosi in essere, causate da scelte delle passate amministrazioni, mi sembra che si possa rilevare una scarsa capacità amministrativa delle stesse.

Non so se il nostro cittadino sia male informato o male consigliato ma le critiche sostanzialmente politiche, anche se goffamente mascherate, mosse a questa Amministrazione andrebbero indirizzate a ben altri soggetti che credo lui possa conoscere”.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti