Commenta

Casa al Mare, Salvatore
risponde al Listone: "Avete
fatto un bel pasticcio"

Bastava ascoltare e leggere e - l'errore formale - sarebbe stato evitato. Peccato, davvero. Confidavo in una maggiore correttezza ed onestà istituzionale da parte vostra. Cordialmente

CASALMAGGIORE – Arriva a stretto giro la risposta all’interrogazione del Listone da parte dell’assessore ai Servizi Sociali Gianfranco Salvatore. L’assessore ‘tira le orecchie’ ai componenti della lista d’opposizione e si riserva di rispondere nel merito di alcune questioni nel prossimo consiglio comunale che dovrebbe tenersi entro fine mese.

Carissimi amici del Listone, sulla casa al mare avete combinato un bel pasticcio.

Accanto ad interrogativi condivisibili che troveranno la dovuta risposta nella sede istituzionale preposta (consiglio comunale) avete abbinato affermazioni errate e diffamatorie.

Sarebbe bastato seguire con attenzione i passaggi da me effettuati in sede di capigruppo e confermati dal sindaco in consiglio comunale oppure leggere la delibera di giunta n° 67 del 21 maggio per capire.

Alla presenza dei capigruppo ho voluto manifestare le preoccupazioni legate al Covid che consigliavano di rimandare all’anno prossimo l’offerta rivolta a minori, famiglie ed anziani. Preoccupazione che è stata condivisa dai presenti.

Tutto ciò trovava successiva conferma nell’approvazione della delibera di giunta N. 67 del 21/05/2020 nella quale si differiva l’esecuzione dell’appalto di un anno, a parità di condizioni.

Riporto i passaggi salienti della delibera:

Tenuto conto delle misure volte a prevenire e contenere il rischio di contagio da Covid19, con particolare riferimento a quelle che regolamentano la gestione delle strutture alberghiere e l’accesso ai servizi balneari;

Dato Atto che, stante le specifiche dell’appalto, la realizzazione del servizio a partire dal mese di maggio 2020 metterebbe fortemente a rischio la tutela della salute dei partecipanti ai soggiorni, essendo quindi doverosa una riprogrammazione del servizio;

Ritenuto quindi opportuno, alla luce dell’emergenza sanitaria ancora in corso, differire di un anno il termine di avvio dell’esecuzione del servizio soggiorni marini (compresi i servizi complementari tra cui custodia dell’immobile), pertanto con inizio presunto in data 15/05/2021, mantenendo invariate le condizioni previste dal bando di gara e sancite in fase di aggiudicazione definitiva, fatte salve ragioni di forza maggiore determinate da situazioni di emergenza sanitaria che potrebbero determinare ulteriori variazioni al crono programma;

Acquisita la nota Prot. n. 9768 del 20.05.2020 con la quale il Presidente della Società Cooperativa Sociale Il Cerchio, aggiudicataria del Servizio Soggiorni marini presso la “Casa al Mare”, considerate le motivazioni, acconsente a posticipare di un anno la data di inizio esecuzione del contratto;…

E’ stata quindi l’amministrazione comunale a chiedere di posticipare l’inizio dello stesso e non viceversa. La Cooperativa ha accolto la nostra proposta dimostrando, ancora una volta, una piena e fattiva collaborazione.

Vi segnalo l’errore per permettervi di recuperare lo svarione e mi trovo un comunicato surreale di rettifica nel quale parlate di ”errore formale senza malizia derivante da una incomprensione con l’assessore”.

Bastava ascoltare e leggere e – l’errore formale – sarebbe stato evitato.

Peccato, davvero. Confidavo in una maggiore correttezza ed onestà istituzionale da parte vostra. Cordialmente“.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti