Commenta

Parco Golena del Po, i
soliti rifiuti abbandonati:
quando l'intelligenza latita

E questa è la cartolina che la città offre per colpa di un manipolo di incivili ed imbecilli. Il parco Golena del Po oggi è questa cosa qui: alberi che rischiano di cadere o cadono e una distesa di rifiuti che aumenta

CASALMAGGIORE – L’area è quella attigua alla Baia. Perché in quella di stretta pertinenza del locale quantomeno cercano di tenere pulito. Ma se ci si sposta 10 metri più in là, la stupidità della natura umana riemerge in tutta la sua complessità. Bottiglie, soprattutto alcoolici, lattine, carte di ogni genere, bicchieri dell’aperitivo lasciati dove capita. Il biglietto da visita del ‘fu’ parco golena del Po è quello che si vede nelle foto fatte questa mattina.

Inutile dire che la fine del lockdown ha segnato la riapertura di stalle e porcilai, e ci perdonino le mucche ed i maiali che hanno molta più dignità e buon senso di questa gente qui. Sono ragazzi – e qualche volta ragazzi un po’ cresciuti dal punto di vista solo anagrafico – a cui non frega nulla. Di ambiente, di convivenza, di natura, di ecosistemi. A pochi metri da quello che fu il parco dei bimbi, l’area più fortemente degradata, ci sono i contenitori della differenziata del bar a disposizione. Ma non c’è nulla da fare: anche per depositare il rifiuto dieci metri più avanti serve un briciolo di intelligenza che evidentemente manca.

Oggi è la giornata dell’ambiente. E questa è la cartolina che la città offre per colpa di un manipolo di incivili ed imbecilli. Il parco Golena del Po oggi è questa cosa qui: alberi che rischiano di cadere o cadono e una distesa di rifiuti che aumenta. La terra di nessuno: nessuna GEV (non ci sono più), nessun altro tipo di controllo. Un destino amaro per l’unica reale ricchezza che Casalmaggiore ha: la sua bellissima golena.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti