Ultim'ora
Commenta

Sciopero scuola, presidio
delle sigle sindacali
davanti alla Prefettura

Limitata la partecipazione a causa delle limitazioni imposte a seguito dell’emergenza sanitaria, soprattutto in tema di distanziamento sociale. Nonostante le lezioni a distanza e in modalità telematica, gli insegnanti hanno voluto mostrare la loro contrarietà a seguito degli incontri con il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina.
Foto Sessa

Presidi delle sigle sindacali davanti alla Prefettura di Cremona questa mattina, lunedì 8 giugno, a partire dalle ore 10.00. A tutti gli effetti uno sciopero, quello proclamato da Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals Confsal e Gild Unams, nell’ultimo giorno di lezioni. Limitata la partecipazione a causa delle limitazioni imposte a seguito dell’emergenza sanitaria, soprattutto in tema di distanziamento sociale. Nonostante le lezioni a distanza e in modalità telematica, gli insegnanti hanno voluto mostrare la loro contrarietà a seguito degli incontri con il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina che nel frattempo ha visto approvare dalla Camera il proprio decreto in tema di Scuola.

(foto Sessa)

I sindacati chiedevano infatti un potenziamento del personale, sia docente che ATA, ma anche una diversa distribuzione degli alunni in classe affinché non fossero sovraffollate, ma anche investimenti per gli edifici, oltre ad esprimere preoccupazione per il rientro nelle classi previsto per settembre. Sul tavolo, anche il grande tema dei concorsi del personale docente, ma anche degli assistenti amministrativi facenti funzione di DSGA. Presenti una ventina di manifestanti.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti