Ultim'ora
Commenta

Dal 15 giugno riaprono
parchi e sale gioco,
cinema e teatri

Le misure per cinema, teatri e concerti prevedono invece che “gli spettacoli nelle sale e in altri spazi anche all’aperto sono svolti con posti a sedere preassegnati a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori".

Slittano il via libera agli sport di contatto (25 giugno) e la riapertura delle discoteche (14 luglio). Queste le indicazioni nella bozza del Dcpm che entrerà in vigore lunedì prossimo, il 15 giugno. Riaprono invece i parchi giochi e i centri estivi per i bambini. Per andare alle terme e nei centri benessere la curva dei contagi dovrà essere al minimo. Via libera, invece, al ritorno dei bambini nei parchi gioco, sempre accompagnati e con obbligo di utilizzo “di appositi protocolli di sicurezza predisposti in conformità alle linee guida del Dipartimento per le politiche della famiglia”. Riapertura ma con limitazioni per le sale giochi, sale scommesse e sale bingo, che potranno riaprire dopo l’accertamento della compatibilità dello svolgimento delle attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori.

Le misure per cinema, teatri e concerti prevedono invece che “gli spettacoli nelle sale e in altri spazi anche all’aperto sono svolti con posti a sedere preassegnati a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 200 spettatori per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala”. Per quanto riguarda, infine, la giustizia, la regolare celebrazione delle udienze riprenderà a partire dal 1 luglio 2020 assicurando che la ripresa avverrà senza rischi per la salute dei cittadini.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti