Ultim'ora
Commenta

Centri estivi a Viadana,
l'amministrazione lavora
con ATS ed associazioni

L'arrivo della stagione calda richiede alle varie amministrazioni una serie di attività che devono essere riviste nell'organizzazione sotto il profilo sanitario e della sicurezza.
VIADANA – L’arrivo della stagione calda richiede alle varie amministrazioni una serie di attività che devono essere riviste nell’organizzazione sotto il profilo sanitario e della sicurezza. Gli assessori Piccinini e Zucchini hanno partecipato ad un incontro con ATS in cui sono stati forniti chiarimenti in merito a queste iniziative. Si è trattato di un momento di confronto al quale hanno partecipato in videoconferenza diverse associazioni interessate a dare il proprio contributo come l’Azienda Consortile “Oglio Po”, Concas di Casalmaggiore e CSV Lombardia Sud.
“L’incontro, condotto dalla Dott.ssa Marta e Sanfelici e dalla Dott.ssa Sara Ferrari, si è configurato come un’importante occasione di risposta alle numerose e giuste domande sulla progettazione dei centri estivi – sottolinea l’assessore Ilaria Zucchini nella nota stampa -, in particolar modo su temi come pulizia-sanificazione, composizione dei gruppi, sostenibilità dei costi, assicurazione e responsabilità, compilazione dei documenti predisposti da ATS e riflessioni riguardo la fattibilità dei progetti. A questo proposito ci si è interrogati su quali possano essere le modalità per tenere separati in gruppi diversi bambini che si conoscono e che sono abituati a giocare insieme. Di certo non sarà un lavoro semplice.
Sulle linee guida, infatti, si legge che “È fatto obbligo a qualsiasi Ente, pubblico o privato nei Distretti di Crema, Cremona e Mantova, che intenda promuovere nell’estate dell’anno 2020 attività ludico-ricreative per i bambini d’età superiore ai 3 anni e gli adolescenti, di rispettarle […]” e che le linee operative “[…] sono finalizzate alla tutela del minore e a garantire ai bambini e agli adolescenti l’esercizio del diritto alla socialità e al gioco […]”.
Chiunque intenda avanzare proposte in questo senso deve dunque essere in grado di garantire l’assoluta sicurezza di bambini, ragazzi e operatori e di disporre di personale opportunamente formato attraverso specifici corsi.
Le progettualità andranno presentate almeno 3 giorni lavorativi prima rispetto all’inizio al Comune di riferimento assieme a tutta la documentazione predisposta da ATS (per snellire le procedure burocratiche è stata introdotta tra gli allegati obbligatori una check-list redatta in forma di autocertificazione con più valenze) attraverso l’indirizzo mail info@consociale.it
Passeranno poi al Sindaco per essere approvate”.
Proprio le ATS recitano un ruolo importante in questa “filiera” ed infatti l’amministrazione comunale trasmetterà all’Agenzia di Tutela della Salute di competenza i dati inerenti ai centri estivi approvati. Il controllo sarà dunque di natura territoriale proprio per agevolare le attività dei minori e mantenere tranquilli gli operatori e le famiglie che affidano i propri figli.
“Come anticipato nei giorni scorsi, anche l’Amministrazione Comunale, già normalmente erogatrice del servizio citato attraverso l’appalto alla Cooperativa Agorà, dopo un attento studio delle recenti disposizioni ed un confronto con le realtà del territorio, sta organizzando il CRED estivo a favore dei bambini della Scuola d’Infanzia per il prossimo mese di luglio presso le Scuole d’Infanzia Bedoli e Carrobbio nel rispetto delle Linee guida di ATS Valpadana.
Priorità dell’Amministrazione – continua – è quella di garantire la massima sicurezza per la salute di minori e operatori  pur riservando altrettanta massima attenzione agli aspetti educativo-progettuali.
Come per gli altri centri estivi, anche il CRED per l’Infanzia anno 2020, a supporto delle famiglie impegnate in attività lavorative, richiederà una compartecipazione attiva delle famiglie in termini di assunzione di responsabilità  non esistendo la certezza del “rischio zero”.
Alla luce di quanto sopra si chiede alle famiglie interessate di compilare il modulo di pre-iscrizione scaricabile da sito e applicazione (MyViadana) istituzionali del Comune di Viadana e di voler inviare lo stesso all’indirizzo mail : scuola@comune.viadana.mn.it entro il termine del 20 giugno prossimo”.
Alessandro Soragna

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti