Ambiente
Commenta

Dosolo, la scuola per la natura: un primo passo importante per costruire (nel 2020-2021) il Bug Hotel

A casa i bambini, con le loro famiglie, hanno lavorato in modo creativo e sostenibile, in base ai materiali e agli spazi a loro disposizione: i loro manufatti sono un’esplosione di colori e una dichiarazione d’ amore per l’ambiente che li circonda.

DOSOLO – Con l’inizio del lockdown le scuole hanno chiuso le loro porte, le campanelle hanno smesso di suonare e le luci sono state spente. La comunità educante, dopo un primo momento di smarrimento, ha cercato di reagire alla perdita di una parte importante delle proprie attività didattiche e cercato di adottare modalità nuove per continuare il proprio percorso. Le insegnanti della scuola primaria di Dosolo hanno deciso di non rinunciare completamente alle loro progettualità, e nell’ambito del progetto d’istituto per la sostenibilità ambientale, hanno proposto ai loro alunni la realizzazione di case per api e hotel per insetti, nella consapevolezza che l’educazione allo sviluppo sostenibile si possa realizzare nella quotidianità dei comportamenti individuali e della collettività.

Il progetto iniziale, molto articolato, dopo la fattiva collaborazione con un apicoltore locale che aveva guidato gli alunni alla conoscenza e all’esplorazione della biodiversità locale, prevedeva la valorizzazione della manualità con la costruzione, in collaborazione con l’ente locale, di un Bug Hotel all’interno dello spazio di pertinenza scolastica, da progettare in relazione all’orto didattico, realtà consolidata della scuola. L’insieme di conoscenze e abilità acquisite avrebbe permesso agli alunni di riprodurre in altri luoghi un hotel “domestico”. Se una parte del progetto è stato ‘congelato’ e sarà realizzato il prossimo anno, con un percorso interdisciplinare che ha coinvolto le discipline di inglese, scienze, tecnologia, arte e musica, le insegnanti hanno guidato i loro studenti nella realizzazione di piccoli habitat finalizzati a dare riparo agli insetti utili e dato suggerimenti sui fiori da piantare negli spazi esterni per attirarli. A casa i bambini, con le loro famiglie, hanno lavorato in modo creativo e sostenibile, in base ai materiali e agli spazi a loro disposizione: i loro manufatti sono un’esplosione di colori e una dichiarazione d’ amore per l’ambiente che li circonda.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti