Ultim'ora
Commenta

Ponte di Casalmaggiore:
per Amo Colorno troppo
traffico e poca politica

Il Gruppo civico Amo Colorno lancia l'allarme traffico inerente al ponte che unisce Casalmaggiore all'Emilia Romagna presso il comune di Colorno. A preoccupare la componente politica è soprattutto il l'intensità con cui la circolazione delle vetture ha ripreso a marciare ed monta la polemica contro le dichiarazioni del consigliere regionale pentastellato Marco Degli Angeli...

Il Gruppo civico Amo Colorno lancia l’allarme traffico inerente al ponte che unisce Casalmaggiore all’Emilia Romagna presso il comune di Colorno. A preoccupare la componente politica è soprattutto il l’intensità con cui la circolazione delle vetture ha ripreso a marciare…

“Due mesi di lockdown sono passati. Due mesi in cui il nostro ponte sul PO tra Colorno e Casalmaggiore ha potuto “respirare” dall’intenso traffico quotidiano. Ad oggi la routine della moltitudine di veicoli che passano da una regione all’altra è ripreso con il solito vigore e ancora non si sono visti autovelox o sistemi di controllo per i mezzi pesanti. Tutto questo a discapito di un ponte rattoppato che ha una durata stimata di 10 anni, o meglio quasi.

Se qualcuno davvero sperava nel ponte nuovo e nell’operatività della politica dovrà ricredersi. Ecco che leggiamo le dichiarazioni del consigliere regionale lombardo, Marco Degli Angeli che ci informa della diversità di vedute tra l’ex ministro Toninelli e la neo – ministra De Micheli. Secondo Degli Angeli, il progetto “Italia Veloce” ripresenta progetti di trent’anni fa e non mostra traccia del nuovo ponte sul PO, né di interventi di riqualificazione della SS10, né su TI-BRE ferroviario che porterebbe ad una riqualificazione della linea Parma – Brescia, ad oggi tra le peggiori d’Italia, una linea non elettrificata su cui ancora viaggiano treni diesel degli anni 80.

Ciò che ci lascia l’amaro in bocca è che a rivelarci tutto questo è un appartenente del movimento cinque stelle, ad oggi in maggioranza al governo. Le parole del consigliere lombardo sono senz’ombra di dubbio dettate dall’interesse primario per il proprio territorio e per questo vogliamo ringraziarlo.

Tutto questo però è l’ennesima dimostrazione di come la politica ad oggi sia scollata dai territori e di come certi interessi nazionali non collimino con le vere esigenze delle persone. Chiediamo e chiederemo quindi al ministro De Micheli, spiegazioni in merito e ribadiamo l’importanza che detengono alcune infrastrutture per la nostra economia. Il nuovo ponte non deve essere posto in discussione, così come la “Parma – Brescia” deve diventare dignitosa. Continueremo a chiedere, in attesa del nuovo ponte, sistemi atti a garantire il più possibile la durata di quello attuale e la massima sicurezza della struttura.

Non possiamo continuare ad essere dimenticati”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti