Solidarietà
Commenta

Interflumina, gara di solidarietà: Vbc presta il pulmino, altri gli attrezzi per salto con l'asta

Le telecamere dell’Avis hanno ripreso un gruppo di ragazzi, alle 2.30 di notte, mentre si allontanava dalla Baslenga. “Non so se questo possa aiutare - spiega Stassano - perché le riprese sono lontane. Quello che spiace, al di là del fatto che si possa risalire ai responsabili, è che si tratta quasi certamente di ragazzi di 16-17 anni".

CASALMAGGIORE – E’ una vera e propria corsa alla solidarietà quella che ha positivamente “investito” l’Atletica Interflumina E’ Più Pomì di Casalmaggiore, colpita da un raid vandalico nella notte tra lunedì e martedì. Dal mondo dell’atletica leggera e della Fidal, infatti, sono arrivati diversi messaggi a Carlo Stassano, presidente della società casalese. Diversi consiglieri e presidenti di altre società da tutta Italia hanno manifestato la propria solidarietà all’Interflumina, ormai conosciuta nello Stivale per la meritoria azione sociale, prima che sportiva e agonistica, svolta da quasi cinquant’anni.

Non è tutto, però: Stassano ha rivelato – non senza nascondere una certa commozione – che la Vbc Casalmaggiore, società di serie A1 di pallavolo che condivide con l’Interflumina gli spazi della Baslenga (anche se si allena nella palestra indoor, spazio differente dunque da quelli utilizzati per l’atletica leggera, che prevede allenamenti in pista e nell’altra palestrina più lunga e stretta), ha prestato al club di Stassano il proprio pulmino, ora che l’attività è ferma, per poter trasportare gli atleti e i ragazzi del campo estivo. “E’ un gesto bellissimo, del quale ringrazio il presidente Massimo Boselli Botturi, e che ci permette di proseguire con la nostra attività: con i ragazzi la mattina organizziamo le Olimpiadi, che abbiamo intitolato alla memoria di Paolo Corna, fondatore della nostra società, mentre il pomeriggio ci spostiamo tra la casa atelier di Brunivo Buttarelli e i musei dell’agriturismo Torretta di Torricella del Pizzo. Purtroppo il Ducato e lo Scudo sono fuori uso: l’incendio che ha distrutto completamente il tosaerba ha messo ko i due mezzi a motore. Entrambi avevano un certo numero di anni e chilometri alle spalle, ma erano comunque preziosi per il trasporto degli atleti. Ora sono inutilizzabili per danni al motore dovuti all’incendio. Anche per questo – oltre che per avere due mezzi in più per consentire il distanziamento sul pulmino dei ragazzi, rispettando la normativa anti-Covid – avevamo preso parte al bando del Gal Terre del Po, che speriamo di vincere e che diventa ancora più essenziale per noi, per rinnovare il parco mezzi”.

Lunghissimo il messaggio del professor Carlo Stassano. “Non posso non testimoniare a Tutti l’incredibile, inaspettata, vivificante SOLIDARIETA’  giunta da tutt’Italia  a seguito degli incresciosi fatti di vandalismo che ci hanno colpiti. Il dolore più grande è di certo morale, che sentiamo su di noi quasi come una sconfitta a quel nostro procedere quotidiano per contribuire ad una crescita umana, attraverso lo SPORT, dei nostri Giovani.

Accostare la preghiera di Gesù sulla croce che sa esprimersi con queste parole “Padre, perdona loro perchè non sanno quello che fanno” verso i suoi crocefissori, ad un fatto così  apparentemente “modesto”, potrebbe apparire quasi blasfemo.   Credo non lo sia, proprio perchè le semplici e dirompenti parole di Gesù,  forse per noi incomprensibili, sono rivolte a tutti e ci chiamano in causa, rinviandoci alle nostre responsabilità individuali verso quella parte di Società disgregata, più debole, per la quale nutriamo diffidenza e distacco.

La grande domanda che ci poniamo è se abbiamo svolto fino in fondo il nostro compito di educatori. E’ facile e bello operare con Giovani “sani”, condurli verso obiettivi sportivi anche importanti con il nostro impegno di studio, di continuo approfondimento tecnico e padagogico … ma ciò è sufficiente ?

Desidero  esprimere un profondo RINGRAZIAMENTO  alle centinaia di messaggi di soldarietà ed affetto giunti da tutt’Italia, tutti preziosi, indipendentemente dal livello di autorevolezza  che li caratterizza. Dal Presidente nazionale della FIDAL Alfio Giomi, al Presidente nazionale FISPES Sandrino Porru, al Presidente dell’Associazione Nazionale Stelle al Merito sportivo del CONI Gianni Gola già presidente Fidal,  al Candidato Presidente FIDAL per il futuro nuovo quadriennio federale Generale delle Fiamme Gialle Vincenzo Parinello indicato in tale ruolo dal Movimento “INSIEME per l’ATLETICA … oltre la  passione” che, con grande sensibilità e generosità,  ha promosso  una raccolta di fondi finalizzata all’acquisto delle aste per il Salto con l’Asta andate in fumo. Ma ancora, il Presidente Internazionale del cinema e della televisone sportiva e Membro del CIO Franco Ascani, già Docente di Diritto presso il Corso di Laurea in Scienze delle attività motorie e sportive  tenutosi a Casalmaggiore, in Santa Chiara, negli anni 2006-2011; il Campione olimpico Maurizio Damilano, il Prof. Dino Ponchio, il Presidente Fidal Lombardia Gianni Mauri, la presidente Fidal Piemonte  Maria Rosa Boaglio , il Presidente dell’Atletica Quercia Rovereto Carlo Giordani, il Presidente dell’Atletica Bergamo Achille Ventura, i numerosisimi Tecnici da tutt’Italia che hanno espresso solidarietà al nostro Tecnico Marco Falchetti assicurando il prestito di aste.

Infinite le testimonianze di grande solidarietà dalla provincia di Cremona con il Presidente del Panathlon Club Roberto Rigoli con i Proff. Cesare Beltrami, Giovanni Radi e Pierluigi Torresani; le Società Fidal Atletica Arvedi con Tiziano Zini e l’Atletica Virtus Crema,  sino a tutte le numerosissime Persone di Casalmaggiore e del Comprensorio Oglio Po Parma, compresi i Sindaci di Rivarolo del Re Luca Zanichelli e di Sabbioneta Marco Pasquali e del V.Sindacio di Torrile Giorgio Faelli .  L’elenco si farebbe infinito e fra tutti vorrei citare quattro testimonianze di grande sensibilità: l’aiuto preziosissimo del Presidente della VBC Massimo Boselli che ci ha messo a completa disposizione un pulmino della Sua Società di Pallavolo Femminile  per mantener fede alla programmazione del “Campus Sport e Natura” che sta accogliendo 45 bimbi ed adolescenti in una esperienza straordinaria  di rinascita, la Ditta Agrifer di Gussola di Poli Giovanni che ci ha subito consegnato e messo a disposizione un trattorino per il tagli dell’erba,  il Presidente dell’Associazione Amici del Po Avv. Paolo Antonini offrendoci il suo sostegno professionale e Don Claudio Rubagotti con le Sue parole di sostegno umano e spirituale.

Sono davvero profondamente commosso  per tali testimonianze in un momento, tra l’altro, di particolari – se non enormi – difficoltà per tutti. Ringrazio di cuore i Giornalisti che con sentita vicinanza hanno saputo cogliere le necessità  di sostenere la nostra Associazione attraverso le Loro comunicazioni.

Purtroppo i danni materiali sono davvero ingenti . Al di là del decespugliatore ed il soffione per le foglie sottratti la notte precedente  all’incendio, sono andati in fumo il trattore per il taglio dell’erba, 20 aste del salto con l’asta, il cui incendio ha causato danni irreparabili ai due pulmini da nove posti, il Ducato e lo Scudo  che, pur datati, svolgevano a pieno il loro compito  per il trasporto dei nostri giovani nel Comprensorio. Compromessa la macchina del ghiaccio, i tabelloni segna misure per salti e lanci, altra attrezzatura sportiva che andrà visionata e quantificata quando ci sarà concesso (siamo in attesa  di poter accedere alla verifica) a seguito di denunce esposte ai Carabinieri, al Comune di Casalmaggiore ed alla nostra Assicurazione”.

Le telecamere dell’Avis hanno ripreso un gruppo di ragazzi, alle 2.30 di notte, mentre si allontanava dalla Baslenga. “Non so se questo possa aiutare – spiega Stassano – perché le riprese sono lontane. Quello che spiace, al di là del fatto che si possa risalire ai responsabili, è che si tratta quasi certamente di ragazzi di 16-17 anni, dunque minorenni, che non riescono a rendersi conto del danno sociale che creano”. Chiudiamo, tuttavia, con un’altra buona notizia. “Tante società da tutta Italia ci hanno scritto, dicendosi disposte a prestarci, per il tempo necessario, le loro aste per poter proseguire con gli allenamenti di salto con l’asta. E’ davvero un gesto commovente. Il mio grazie va a tutti quelli che ci sono stati vicini, anche solo con una parola o con un percorso concreto di aiuto”. A tal proposito il movimento “Insieme per l’Atletica”, che vede tra i fondatori proprio Stassano, ha pubblicizzato una sottoscrizione per aiutare economicamente il club: l’Iban della società è IT 73 M 08770 56740 000000101527 intestato ad A.S.D. ATLETICA INTERFLUMINA èpiù Pomì. Indicare nella causale la parola “Donazione”.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti