Cronaca
Commenta

Nuovo ospedale, se ne discuterà in Commissione comunale mercoledì

“È quanto mai necessaria una riflessione sul ruolo di Cremona e del suo ospedale all’interno dello schema sanitario lombardo, alla luce dei bisogni del territorio, con particolare riguardo alla filiera dell’emergenza urgenza che coinvolge chiaramente anche il presidio Oglio Po di Casalmaggiore".

La possibile realizzazione di un nuovo ospedale accanto al Maggiore sarà oggetto di discussione mercoledì prossimo 1 luglio in un Ufficio di presidenza con funzione di commissione, convocato dal presidente del Consiglio Comunale, Paolo Carletti. Il progetto, lanciato in piena pandemia dal coordinatore di Forza Italia Massimiliano Salini,  sta suscitando un vasto dibattito tra le forze politiche e nelle ultime ore ha visto le perplessità della Lega cremonese.

“Non basta investire sul contenitore, serve concentrarsi anche sui contenuti” afferma il commissario provinciale della Lega, Fabio Grassani. “È noto ormai a tutti, ed è la stessa dirigenza della struttura a dirlo, che l’attuale edificio dell’ospedale maggiore necessiti interventi di riqualificazione di notevole portata, tali da comportare costi e tempistiche che renderebbero conveniente erigerne uno nuovo” commenta Grassani, “non vorremmo tuttavia che l’occasione di puntare i riflettori sulla sanità cremonese si limiti al discutere del solo contenitore, quando si dovrebbe parlare anche e soprattutto di contenuti, cioè dei servizi e della loro organizzazione”.

“È quanto mai necessaria una riflessione sul ruolo di Cremona e del suo ospedale all’interno dello schema sanitario lombardo, alla luce dei bisogni del territorio, con particolare riguardo alla filiera dell’emergenza urgenza che coinvolge chiaramente anche il presidio Oglio Po di Casalmaggiore: non deve essere un sogno proibito pensare che anche il nostro ospedale possa diventare un DEA di secondo livello.”

“Ciò che più ci interessa – dichiara inoltre il capogruppo in Consiglio Comunale Alessandro Zagni – è migliorare i servizi per i cittadini cremonesi: diminuire i tempi di prenotazione delle prestazioni, ridurre le attese in pronto soccorso e investire sulle persone, valorizzando il personale. Per noi è  importante, direi prioritario, migliorare i servizi per i cittadini cremonesi. Su questi temi chiederemo un impegno a Regione Lombardia e ribadiremo la nostra posizione nel dibattito in consiglio comunale”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti