Ultim'ora
Commenta

Cimitero di Agoiolo, area
verde pulita, ci pensa una
don Chisciotte sorridente

Non servirà a cambiar la testa delle teste vuote che continueranno ad abbandonare rifiuti in aree - è il caso di Agoiolo - alberate peraltro in prossimità dei luoghi di culto dei morti. Ma forse potrà servire a farci sentire un po' meno impotenti

AGOIOLO – Un’intervento di un’ora. Tanto è bastato a Jessica Lazzarini, TrashBuster, per ridare dignità a un’area, il boschetto di fronte al cimitero, degradata. Un sacco di rifiuti, bottiglie di birra, lattine, carte e pure due siringhe di quelle con le quali un tempo – prima delle penne – si somministrava insulina (e droga per chi le utilizzava in maniera alternativa) ed ora probabilmente sono servite al secondo scopo.

L’intervento di Jessica è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri, quando il chiudersi del giorno ha consentito un intervento senza correre il rischio di un’insolazione. Le è bastato leggere l’articolo in cui raccoglievamo le lamentele di alcuni residenti per entrare in azione e questa volta da sola. Armata di guanti spessi e di un inamovibile ottimismo, ci ha sorriso come al solito quando siamo andati a fotografare la sua ultima impresa in solitaria.

Non servirà a cambiar la testa delle teste vuote che continueranno ad abbandonare rifiuti in aree – è il caso di Agoiolo – alberate peraltro in prossimità dei luoghi di culto dei morti. Ma forse potrà servire a farci sentire un po’ meno impotenti. C’è un’instancabile e sorridente don Chisciotte (e in altri giorni ce ne sono state altre e altri) armata di guanti e giubba fosforescente a combattere una battaglia ciclopica contro l’imbecillità. Che è ben più forte di tutti i mulini a vento. Ma lei non si arrende.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti