Commenta

Viadana e i litigi su tutto: adesso
tocca alle patatine donate
"al posto di contributi concreti"

Gianni Fava, ex consigliere comunale. “Nei giorni in cui veniamo a conoscenza del fatto che a Casalmaggiore il governo riconosce un contributo straordinario di un milione di euro e a Viadana zero, attraverso il parlamentare del territorio arrivano alcuni pacchi di patatine prossime alla scadenza (quindi non commerciabili diversamente) come forma di ristoro del torto subito".

VIADANA – Non soltanto 10mila mascherine, consegnate a partire dal 1° luglio dagli uomini della Protezione Civile Oglio Po di Viadana. Ma anche una distribuzione extra di patatine, ricevute in donazione (con 20 bancali) da parte dell’azienda Pata Spa di Castiglione delle Stiviere, come gesto di solidarietà verso il territorio, duramente colpito dall’emergenza sanitaria “Coronavirus”.

“Le confezioni donate, oltre che ad integrare i pacchi alimentari settimanalmente offerti alle famiglie in stato di necessità, sono distribuite gratuitamente ai cittadini di Viadana tramite gli esercizi commerciali che hanno aderito all’iniziativa, come simbolo di ripartenza dopo il periodo di stop subito dalle attività a causa della pandemia” ha spiegato l’amministrazione. La Protezione Civile Oglio Po Viadana ha inoltre provveduto alla consegna delle patatine direttamente presso i singoli esercizi che hanno accettato di partecipare sottoscrivendo una semplice richiesta di adesione. “Per tale iniziativa, l’amministrazione comunale ringrazia Remo Gobbi, proprietario dell’azienda Pata Spa, il Comune di Castiglione delle Stiviere, nelle persone del sindaco Enrico Volpi e del vicesindaco Onorevole Andrea Dara” è stato spiegato.

Da lì si è scatenata una polemica, partita dalle parole di Gianni Fava, ex consigliere comunale. “Nei giorni in cui veniamo a conoscenza del fatto che a Casalmaggiore il governo riconosce un contributo straordinario di un milione di euro e a Viadana zero, attraverso il parlamentare del territorio arrivano alcuni pacchi di patatine prossime alla scadenza (quindi non commerciabili diversamente) come forma di ristoro del torto subito. E la gente dovrebbe applaudire con gratitudine? Mah, povera Viadana”.

La risposta è giunta dall’assessore alla Sicurezza Romano Bellini. “Inutili e sterili le polemiche relative alle patatine di questi giorni. Forse la calura estiva gioca brutti scherzi. Da quando il Comune di Viadana le ha ricevute, sono state consegnate da subito nei pacchi alimentari. I quantitativi ricevuti in dono da Pata Spa sono stati talmente generosi che oltre a rientrare tra i viveri di prima necessità, l’amministrazione comunale unitamente alla Protezione Civile e monitorandone il giusto stato di conservazione del prodotto, ha pensato di offrirle gratuitamente a tutti i cittadini grazie alla collaborazione dei commercianti che stanno apprezzando l’iniziativa, così da scongiurarne la scadenza, comunque fissata tra qualche mese. Si affrettino quindi i critici, a parlar troppo rischiano di non riuscire ad assaggiarne neanche una”.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti