Ultim'ora
Commenta

Emergenza gatti abbandonati:
intere cucciolate lasciate
in scatoloni lungo la strada

Anche per quanto riguarda i cani, l’emergenza Covid ha lasciato molte persone in difficoltà e non in grado di occuparsi del proprio amico a 4 zampe. “Spesso la persona anziana non può più occuparsi del cane e la sua famiglia non riesce a farsene carico e ci chiede aiuto per trovare nuove sistemazioni” spiegano.

Decine e decine di gatti abbandonati, intere cucciolate lasciate chiuse dentro cartoni lasciati in qualche campo o a bordo strada, oppure mici già di una certa età rimasti senza padrone a causa delle morti provocate dal covid: una situazione drammatica quella dipinta dall’Apac di Cremona (che gestisce il Gattile e numerose colonie feline sul territorio), che in questi giorni sta recuperando animali con cadenza ormai quotidiana.

“Quest’anno la piaga degli abbandoni si sta rivelando più grave degli anni scorsi” fanno sapere dall’associazione. “Ieri abbiamo trovato uno scatolone pieno di cuccioli. E sono ritrovamenti ormai quotidiani. Il periodo del Covid ha procrastinato molte sterilizzazioni e molte gatte sono rimaste incinta. E i gattini vengono sistematicamente abbandonati. Alcuni abbandonano anche le madri: la gente prende i gatti e li tiene come fossero giochi per i bambini”.

Quest’anno il dramma peggiore è però quello dei gatti già adulti, rimasti soli perché i padroni anziani sono morti a causa del covid: “Ci sono molti mici che arrivano da noi per questi motivi. Mici che dopo anni in famiglia rimangono improvvisamente soli” sottolinea ancora Apac, che esorta le famiglie cremonesi a chiedere aiuto piuttosto che abbandonare degli animali: “Laddove ne abbiamo la possibilità, aiutiamo chi non riesce più a mantenere i propri amici a 4 zampe, magari perché ha perso lavoro a causa del Coronavirus. Abbandonarli non è mai la scelta giusta”.

Per lo stesso motivo, Apac esorta a sterilizzare: “Far nascere dei gattini che poi verranno abbandonati non ha senso, Noi siamo disponibili ad aiutare, non chiudiamo la porta in faccia a nessuno. Stiamo aiutando una ragazza che non ha i soldi per sterilizzare perché ha perso il lavoro. Insomma, chiedere aiuto se da soli non si riesce è sempre la soluzione migliore”. Anche per i cani la situazione non è delle migliori, anche se il fenomeno dell’abbandono estivo quest’anno non sembra essersi ripresentato: “Il motivo è che ormai questo fenomeno non riguarda più solo l’estate, ma tutto l’anno” spiegano da Anpana Onlus Cremona.

Anche per quanto riguarda i cani, l’emergenza Covid ha lasciato molte persone in difficoltà e non in grado di occuparsi del proprio amico a 4 zampe. “Spesso la persona anziana non può più occuparsi del cane e la sua famiglia non riesce a farsene carico e ci chiede aiuto per trovare nuove sistemazioni” spiegano. “Si tratta di cani spesso già anziani, che hanno trascorso una vita in casa, e per loro è un trauma finire magari in qualche rifugio. Noi facciamo di tutto per aiutarli a trovare una nuova sistemazione, ma spesso è un’impresa”.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti