Commenta

Gymnica 2009 e Tellus
insieme lanciano la lavan... danza:
e Vicomoscano si tinge di lilla

A tutte le atlete Enrica Campanini della cooperativa ha donato mazzi di lavanda profumati, prima che i giochi sulle balle di fieno, non distanti dalla lavanda, chiudessero un tardo pomeriggio diverso dal solito, semplice - col solo ausilio di un tappetino per facilitare movimenti e coreografie - ma di sicuro impatto. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

VICOMOSCANO (CASALMAGGIORE) – Non c’è soltanto il colore, il lilla, a fare da trait d’union tra natura, agricoltura e sport. Ci sono anche l’eleganza e l’esplosione di vitalità. Una sorta di grande ritorno dopo i mesi duri del Coronavirus. Nei giorni scorsi la Cooperativa Tellus, col suo presidente Alberto Bernini, ha scelto un lancio davvero suggestivo e azzeccato per consacrare il lavoro di un paio di anni: duemila piantine di lavanda piantate in un appezzamento di Vicomoscano, frazione di Casalmaggiore, nel progetto principe di una cooperativa che intende dare lavoro e dignità a chi ha disabilità fisiche o a chi è in difficoltà economiche. Dalla lavanda ora si potranno realizzare prodotti di vario genere – medicali, legati al mondo dei profumi e anche della gastronomia – che, rivenduti, porteranno alla maturità economica la cooperativa e i suoi lavoratori.

Intanto, però, per dire grazie ai tanti volontari che a Vicomoscano hanno operato, è stata organizzata la Lavan…danza, grazie alle atlete di Gymnica 2009, quest’anno impossibilitate a disputare le fasi nazionali causa emergenza sanitaria ma comunque pronte agli ordini del capo allenatore Nicoleta Riciu e sotto lo sguardo attento della presidente Simona Lanzetti, dei dirigenti del sodalizio con sede a Casalmaggiore e dei genitori tifosi. Una festa per due, perché alla fine i suggestivi scatti realizzati – con immagini anche dal drone di Luca Arduini – porteranno alla creazione di magliette che lanceranno l’immagine sia della Cooperativa Tellus, sia della Gymnica 2009, ormai sempre più realtà consolidata e inserita nel tessuto sociale casalasco e comprensoriale. A tutte le atlete Enrica Campanini della cooperativa ha donato mazzi di lavanda profumati, prima che i giochi sulle balle di fieno, non distanti dalla lavanda, chiudessero un tardo pomeriggio diverso dal solito, semplice – col solo ausilio di un tappetino per facilitare movimenti e coreografie – ma di sicuro impatto.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti