Spettacolo
Commenta

'Una sera a Santa Chiara'. Domenica si parte con il film 'I colori della Passione' di Majewski

Opera intensa visionaria del regista e pittore polacco Lech Majewski (2011) narra la storia di alcuni dei cinquecento personaggi dipinti nel quadro “Salita al Calvario” del pittore fiammingo Pieter Bruegel il Vecchio.

CASALMAGGIORE – La rassegna, promossa dall’associazione “Amici del Casalmaggiore International Festival a.p.s.” con la collaborazione del Comune di Casalmaggiore, di Fondazione Santa Chiara, della Pro Loco di Casalmaggiore, del Fotocine Casalasco, col contributo della Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona – Onlus e dell’Azienda Farmaceutica Municipale s.r.l., Casalmaggiore, intende offrire gratuitamente alla cittadinanza una serie di eventi di qualità (cinema, spettacoli di burattini, documentari sulla cultura artistica locale, concerti) allo scopo di recuperare l’abitudine allo spettacolo dal vivo e la condivisione di esperienze culturali significative.

La rassegna prende avvio, nel cortile grande di Santa Chiara, col film “I colori della Passione”. Opera intensa visionaria del regista e pittore polacco Lech Majewski (2011) narra la storia di alcuni dei cinquecento personaggi dipinti nel quadro “Salita al Calvario” del pittore fiammingo Pieter Bruegel il Vecchio. Il tema della sofferenza del Cristo è ambientato al tempo delle repressioni religiose nelle Fiandre, durante la metà del XVI secolo. Ingresso gratuito sino ad esaurimento posti, senza prenotazione.

“In un momento particolarmente delicato – spiega il presidente degli amici dell’International Festival Angelo Porzani – per la comunità, la nostra Associazione, d’intesa e in collaborazione con il Comune di Casalmaggiore ed altre organizzazioni del territorio, ha voluto proporre per i mesi estivi, altrimenti destinati a rimanere poveri di opportunità e stimoli, una rassegna di cinema, teatro e musica dal titolo “Una sera a Santa Chiara” che inizierà domenica prossima 19 luglio. Con essa l’Associazione intende offrire gratuitamente alla cittadinanza una serie di eventi di qualità (cinema, spettacoli di burattini, documentari sulla cultura artistica locale, concerti) allo scopo di recuperare l’abitudine allo spettacolo dal vivo e la condivisione di esperienze culturali significative.

La programmazione degli eventi è stata coordinata con le agenzie culturali e formative operanti sul territorio: il Comune di Casalmaggiore (Biblioteca Civica, Museo Dotti, Teatro Comunale), la Fondazione Santa Chiara, la Pro Loco, il Fotocine Casalasco 1966 a.p.s”. All’interno della rassegna, che durerà fino a settembre, saranno proposte anche tre serate dedicate alla presentazione di documentari recentemente acquisiti dalla sezione video del Museo Diotti, programmate nella primavera scorsa e poi necessariamente rinviate.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti