Ultim'ora
Commenta

Rivarolo Mantovano,
internet, la Piazza gonzaghesca
viaggia (gratis) a 100 Mb/s

L’iniziativa WiFi4EU promuove infatti per i Cittadini dei Comu i d'Europa "il libero accesso alla connettività Wi-Fi negli spazi pubblici, fra cui parchi, piazze, edifici pubblici, biblioteche, centri sanitari e musei"

Dal luglio 2020, nella storica Piazza Finzi di Rivarolo Mantovano, è attivo il collegamento Wi-Fi gratuito alla rete internet. Il segnale è captabile anche nelle limitrofe Vie Gonzaga e Marone, grazie a due antenne che rilanciano il segnale alimentato dalla rete in fibra ottica recentemente installata.

Per realizzare il progetto, il Comune ha ottenuto un contributo a fondo perduto di 15.000 euro da parte della Comunità Europea, a valere sul Bando denominato WiFi4EU, al quale l’amministrazione comunale si è candidata con successo nell’aprile 2019. Il Bando finanzia la connessione alla banda ultra larga dei principali edifici e servizi pubblici (le Scuole, il Comune, i servizi culturali della Fondazione Sanguanini e di Palazzo del BUE), accessibili con le stesse modalità: registrandosi gratuitamente e rinnovando mensilmente la registrazione.

L’iniziativa WiFi4EU promuove infatti per i Cittadini dei Comu i d’Europa “il libero accesso alla connettività Wi-Fi negli spazi pubblici, fra cui parchi, piazze, edifici pubblici, biblioteche, centri sanitari e musei”.

Consapevole dell’opportunità innescata dal finanziamento europeo, il Sindaco Massimiliano Galli ha chiesto ed ottenuto da Mynet, l’azienda scelta per attivare e gestire il servizio, di estendere la fibra ottica all’intero Centro abitato implementando il segnale in Piazza e nelle Vie adiacenti.

Ora, stando comodamente seduti sotto il volto della Torre civica o ai tavolini dei plateatici di Piazza Finzi, ci si può collegare gratuitamenre a internet e navigare a 100 Mb/s in download. Un servizio, questo, reso alla Comunità intera, ma auspicabilmente apprezzato da giovani e giovanissimi, che potranno rinnovare l’accesso mensilmente comunicando il numero di cellulare, senza alcun costo. E, volendo, si può esercitare la connessione al coperto, collegandosi con il proprio computer o un tablet, negli spazi pubblici della Biblioteca o di Palazzo del BUE.
Che altro dire: buona navigazione!

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti