Commenta

Ozono, in aumento in tutta
la Lombardia, a Cremona
superata soglia di informazione

Per minimizzare gli effetti dell’ozono sulla salute, in particolare nei soggetti più a rischio come bambini, anziani o persone con problemi respiratori, è consigliabile evitare il più possibile le attività all’aria aperta nelle ore di maggiore insolazione, generalmente dalle 12 alle 16. Utile anche una dieta ricca di sostanze antiossidanti a base di frutta o verdura di stagione.

L’alta pressione di origine subtropicale che insiste sul Mediterraneo manterrà anche in Lombardia condizioni di tempo stabile, molto caldo e afoso fino a tutta la giornata di domani, sabato 1 agosto. 
In montagna saranno possibili temporali tra il pomeriggio e la sera, mentre in particolare sulla pianura il buon soleggiamento e la ventilazione molto debole favoriranno la formazione e l’accumulo di inquinanti secondari. Fra questi, l’ozono i cui livelli nell’ultimo periodo stanno facendo registrare superamenti della “soglia di informazione” in alcune province lombarde: per 4 giorni consecutivi a Como e Lecco, 3 a Bergamo, 2 a Milano e Varese, 1 a Monza e Cremona.

In particolare, il livello di PM10 si dimostra più elevato, in termini di media giornaliera, nella stazione di Spinadesco (37), mentre a Cadorna e Fatebenfratelli i valori sono inferiori a 30 (rispettivamente 29 e 27). Per quanto riguarda il massimo giornaliero di NO2, invece, è la stazione di Cadorna a far registrare il picco cittadino (40, Crema ha invece quello provinciale: 69), mentre Fatebenfratelli si attesta a 37 e Spinadesco a 20. La media di O3, invece, supera sia a Fatebenfratelli (162) che a Spinadesco (144) il valore obiettivo di 120, mentre il massimo giornaliero di O3 è sotto la soglia di allarme di 240 sia a Spinadesco (156) che a Fatebenefratelli (181), ma in quest’ultimo caso supera appena quella di informazione (180).

Da domenica, grazie all’ingresso di una bassa pressione nordatlantica, il tempo – caldo e soleggiato al mattino – comincerà a variare dal pomeriggio, quando saranno possibili temporali sparsi in estensione anche alla pianura e rinforzo del vento alle quote basse. 
Le temperature caleranno, interrompendo la morsa dell’afa registrata negli ultimi giorni e le condizioni meteorologiche tenderanno a divenire marcatamente dispersive in serata. 
Lunedì tempo perturbato con condizioni favorevoli alla dispersione degli inquinanti su tutta la regione per l’intera giornata. Per minimizzare gli effetti dell’ozono sulla salute, in particolare nei soggetti più a rischio come bambini, anziani o persone con problemi respiratori, è consigliabile evitare il più possibile le attività all’aria aperta nelle ore di maggiore insolazione, generalmente dalle 12 alle 16. Utile anche una dieta ricca di sostanze antiossidanti a base di frutta o verdura di stagione.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti