Commenta

Covid, sport veicolo per primi
contagi: l'8 febbraio partita a
Crema con squadra di Nembro

L’incontro dell’8 febbraio si è disputato al PalaBertoni di Crema tra due squadre di serie C maschile: Imecon Crema e Volleymania Nembro (paese della Val Seriana che con Alzano Lombardo è stato il primo focolaio bergamasco), con una presenza stimata di circa 300 persone.
Nella foto il PalaBertoni di Crema

Lo sport è stato uno dei veicoli di trasmissione dei focolai di Covid in parte della Lombardia, quando ancora non era emerso il paziente 1, compresa l’area del Cremonese, dove un incontro di volley maschile disputato l’8 febbraio tra una squadra cremasca e una di Nembro (Val Seriana) potrebbe aver contribuito alla diffusione del contagio in area cremasca. Lo evidenzia una ricerca condotta da un gruppo di ricercatori dell’università di Bergamo, che hanno utilizzato il mapping riflessivo per indagare la diffusione del contagio mettendo in rapporto gli aspetti sociali e ambientali del territorio.

L’incontro dell’8 febbraio si è disputato al PalaBertoni di Crema tra due squadre di serie C maschile: Imecon Crema e Volleymania Nembro (paese della Val Seriana che con Alzano Lombardo è stato il primo focolaio bergamasco), con una presenza stimata di circa 300 persone. Tra gli altri elementi d’interesse che emergono dall’indagine, emerge quindi che “nelle aree focolaio in provincia di Lodi e Cremona e in Val Seriana a Bergamo la propagazione del virus è avvenuta per prossimità avendo investito i comuni confinanti seppure nella prima fase è probabile la trasmissione tra queste differenti province per reticolarità dovuta ad eventi sportivi”.

Nell’area metropolitana di Milano, il 7 aprile, si registra una percentuale di contagi tra lo 0,31% allo 0,9%, mentre Bergamo, Cremona e Lodi presentano una percentuale di contagio in rapporto alla popolazione superiore allo 0,9% ciò delinea la progressione dell’intensità del contagio anche nelle aree urbane. Infine si parla ancora di mortalità: nel mese di marzo Cremona si è infatti confermata la seconda provincia per mortalità, dopo Bergamo.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti