Commenta

Focolaio a Rodigo: in totale 127
positivi (quasi tutti asintomatici)
su 415 test effettuati

Lunedì mattina verranno inoltre sottoposti a tampone tutti i lavoratori neoassunti dall’Azienda (in sostituzione di quelli posti in isolamento domiciliare), così come previsto dal recente protocollo anti COVID-19 per l’attività di raccolta stagionale di Regione Lombardia.

Per quanto riguarda il focolaio dell’azienda agricola di Rodigo, sono stati refertati dal laboratorio dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Brescia i tamponi relativi a 415 dei 417 lavoratori sottoposti al test. Complessivamente, sono stati individuati 127 soggetti positivi: 101 addetti del reparto confezionamento ed imballaggio dei prodotti alimentari e 26 braccianti. Mancano all’appello solo due campioni in corso di verifica e validazione.

Lunedì mattina verranno inoltre sottoposti a tampone tutti i lavoratori neoassunti dall’Azienda (in sostituzione di quelli posti in isolamento domiciliare), così come previsto dal recente protocollo anti COVID-19 per l’attività di raccolta stagionale di Regione Lombardia; questo prevede infatti l’effettuazione del tampone naso-faringeo a tutti i lavoratori assunti temporaneamente per i lavori agricoli stagionali in servizio nel periodo dal 1 agosto al 1 ottobre 2020, al fine di individuare precocemente eventuali soggetti positivi.
Per quanto riguarda le altre azioni avviate dall’ATS della Val Padana nel settore agricolo, ieri i medici delle Unità Speciali di Continuità Assistenziale (USCA), supportati dalle assistenti sanitari di ATS, si erano recati presso un’altra azienda del basso mantovano per effettuare una sessione di screening con tampone nasofaringeo; l’attività era stata effettuata nel contesto delle azioni di prevenzione attiva previste dall’ATS della Val Padana, in quanto non vi erano state segnalazioni di casi positivi. Ad oggi sono stati resi noti gli esiti di 44 dei 165 tamponi effettuati, tutti risultati negativi; si resta in attesa della notifica dei restanti referti.

In ogni caso, come di prassi, anche in questa Azienda è stato effettuato venerdì un sopralluogo da parte del Servizio di Sicurezza e Prevenzione negli Ambienti di Lavoro (PSAL) dell’ATS, al fine di verificare le condizioni igienico-sanitarie, nonché l’adozione e la corretta applicazione dei protocolli per il contenimento ed il contrasto alla diffusione del Covid-19. È stata acquisita la documentazione di interesse e sono in corso le valutazioni del caso.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti