Commenta

Oratorio Maffei, la sfida al Covid è
un atto di coraggio: rinasce la squadra
di calcio, don Arrigo presidente

La società, composta anche dalla presenza di Ernesto Gorni come vicepresidente e Jacopo Orlo come segretario, si affida anche alla figura dei volontari nel supporto organizzativo e sportivo dell’attività. "Chiediamo ancora aiuti pratici per i prossimi mesi" spiega don Arrigo Duranti.

CASALMAGGIORE – In un periodo come questo, può suonare come una “provocazione” il calcio per l’oratorio o l’oratorio per il calcio. «L’intenzione – afferma don Arrigo Duranti, nuovo presidente della società sportiva – è quella di proseguire su un percorso di ripensamento e di rilancio degli spazi e dell’ambiente già intrapreso dalla comunità in questi ultimi tempi». Per informazioni e iscrizioni rivolgersi in oratorio. L’oratorio di Casalmaggiore (ri)parte dunque in contropiede. È stata presentata la nuova Associazione Sportiva Dilettantistica dell’Oratorio Maffei, con Don Arrigo Duranti, vicario della Parrocchia di Casalmaggiore, nelle vesti anche di presidente.

In un periodo come questo, può suonare come una “provocazione” il calcio per l’oratorio o l’oratorio per il calcio. «E’ una scelta dettata dalla volontà di vedere più appartenenza all’oratorio e alle sue strutture», spiega Don Arrigo, «in vista della nuova stagione sportiva e nel percorso di ripensamento intrapreso dalla comunità parrocchiale di Santo Stefano e San Leonardo». A partire dal nuovo logo moderno in cui si fa riferimento al nome di Giacomo Maffei sia nella pratica sia nei valori da trasmettere nella disciplina sportiva. Un tentativo di ripartire verso la rete della partecipazione e della propria comunità.

«Innanzitutto, vorrei ringraziare Lucia Bruschi per l’impegno dedicato in questi anni a tenere viva la società sportiva dell’oratorio, – spiega Don Arrigo – al quale va la nostra riconoscenza. Ma era anche necessario provare qualcosa di nuovo, per sfruttare gli spazi a disposizione della parrocchia e sfruttare lo sport come elemento di partecipazione famigliare e giovanile». «L’intenzione – continua il nuovo presidente della società sportiva – è quella di proseguire su un percorso di ripensamento e di rilancio degli spazi e dell’ambiente già intrapreso dalla comunità in questi ultimi tempi».

La società, composta anche dalla presenza di Ernesto Gorni come vicepresidente e Jacopo Orlo come segretario, si affida anche alla figura dei volontari nel supporto organizzativo e sportivo dell’attività. «Chiediamo ancora aiuti pratici per i prossimi mesi; un ringraziamento a coloro che già fin da ora daranno una mano all’Associazione sia come dirigenza sia come allenatori, per cominciare questo percorso insieme nell’ottica di dare nuova vita alla parrocchia e dare una proposta differente alle nuove generazioni. Siamo aperti e riconoscenti anche a coloro che vorranno dare un aiuto concreto alla società sportiva tramite un sostegno economico».

Nelle settimane successive verrà annunciato anche un evento di presentazione della nuova società sportiva. Intanto è già possibile richiedere informazioni per i campionati di calcio, Covid permettendo nella prossima stagione. «Al momento stiamo pensando a raccogliere l’interesse per la creazione e l’iscrizione delle squadre di calcio», ha spiegato Don Arrigo. «Siamo aperti a ogni fascia d’età, in particolare a bambini, adolescenti e giovani. Chi fosse interessato può presentarsi in parrocchia per chiedere maggiori dettagli e informazioni di iscrizione e partecipazione».

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti