Commenta

Scuole medie di Gazzuolo:
amministratori e volontari insieme
per ritinteggiare gli ambienti

Un esempio di come amministratori comunali e cittadini possano unire gli sforzi per trovare soluzioni per il territorio arriva proprio dal comune di cui è primo cittadino Loris Contesini...

GAZZUOLO – Un esempio di come amministratori comunali e cittadini possano unire gli sforzi per trovare soluzioni per il territorio arriva proprio dal comune di cui è primo cittadino Loris Contesini.

“Abbiamo appena terminato di tinteggiare (13 agosto ore 22:00, n.d.r.) il piano terra della Scuola Media “G. Verdi” di Gazzuolo. Dobbiamo per questo lavoro ringraziare  grazie un gruppo di volontari. Il comune a fine maggio, tramite i social, aveva lanciato l’appello per radunare qualche cittadino di buona volontà e diverse persone hanno dato la loro disponibilità. I volontari che hanno lavorato sono:

Gabriele Contesini, Stefano Contesini, Deni Fasan, Roberto Ferrari, Davide Gastaldi, Emiliano Maffezzoni, Loris Pinardi, Stefano Rasori, Federica Rondelli, Elena Zanacchi, Selvaggia Ziliani, coadiuvati dai dipendenti comunali Paola Beduschi e Simone Tartarini.

Le aule hanno ora il soffitto bianco e un bel colore azzurro/verde dal pavimento fino all’altezza di 1,5 metri circa. Ridipinti anche i caloriferi. Il sindaco e l’Amministrazione vogliono porgere i loro ringraziamenti a questi cittadini che hanno dimostrato un grande attaccamento alle loro scuole ed al loro paese, qualcuno senza nemmeno avere figli che frequentano la scuola. “Come assessore – sottolinea Patrizia Zangrossi – ho molto caldeggiato il progetto, perché desideravo che dopo il difficile periodo del rock down i ragazzi nel momento del rientro a scuola in presenza potessero trovare aule rinnovate e accoglienti. Oltre ai volontari il sindaco desidera anche ringraziare alcuni generosi sostenitori che hanno fatto delle donazioni per poter acquistare parte del materiale necessario, mentre il resto lo abbiamo messo a disposizione come Amministrazione”.

Alessandro Soragna

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti